Aspirina in gravidanza (forse) nessuna conseguenza per mamma e nascituro

di Martina 1

gravidanza e aspirinaCome è ben noto le donne che assumono farmaci durante il periodo della gravidanza devono prestare attenzione e devono seguire alla lettere i consigli del medico.
Sono proprio i medici che spesso prescrivono alle donne in gravidanza nel caso di diagnosi di preeclampsia o altri disturbi l’assunzione di aspirina a basso dosaggio; le mamme però sono sempre molto titubanti perché pensano che questo farmaco possa arrecare danni alla salute del nascituro come ad esempio provocare un’alterazione del cervello.

e in effetti, tra i vari timori c’è anche quello che, agendo sulla funzionalità piastrinica, potrebbe interferire nella coagulazione del sangue e aumentare il rischio di emorragia cerebrale nei nati prematuri

Proprio per cercare di capire se queste ansie corrispondessero ad un qualcosa di concreto i ricercatori del Dipartimento di Medicina Neonatale presso l’Ospedale Universitario di Rouen (Francia) hanno preso in esame i dati di 656 bambini nati prima della 33ma settimana di gestazione da 584 donne provenienti da nove regioni in Francia. Donne che nel periodo della gravidanza hanno avuto diversi problemi come 656 bambini nati prima della 33ma settimana di gestazione (quindi in anticipo rispetto ad una normale gravidanza) da 584 donne provenienti da nove regioni in Francia.
Non è emerso alcun rischio evidente per il nascituro. Gli stessi bambini a 5 anni sono stati sottoposti ad alcuni esami per valutarne e capacità cognitive, comportamentali e delle funzionalità cerebrali in genere. Il risultato è stato che i bambini non avevano difficoltà di apprendimento e che mostravano meno disturbi comportamentali come, per esempio, la sindrome da iperattività e deficit di attenzione (ADHD) rispetto ad altri coetanei.

Ovviamente ora saranno necessarie ulteriori ricerche per valutare gli effetti dell’aspirina da sola o in combinazione con altri agenti neuroprotettivi.

Vi ricordo comunque di non prendere mai di vostra iniziativa medicinali durante il periodo della gestazione e di non abusare mai di alcun tipo di farmaco.

Via| La Stampa