Aprile, tre poesie per i bambini

di Fabiana Commenta

Arriva la primavera e comincia il mese di aprile che accoglie anche la Pasqua e allora non c’è nulla di meglio che scegliere qualche poesia dedicata al mese per accoglierlo nel migliore dei modi. 

primavera, poesie, maggio

Ecco allora Aprile di Renzo Pezzani, Pioggia d’aprile di Luigi Pirandello, Aprile, dolce dormire di Vivian Lamarque.

Aprile di Renzo Pezzani

Così Aprile in un giorno

m’ha dipinto il giardino:

di bianco calce tutto il muro intorno

e tutto il cielo del più bel turchino.

Di verde non ha fatto economia.

È così verde questa terricciuola

che sembra l’orto della Poesia.

Che chiasso di colori in ogni aiuola,

e quanti fiori, quanta fantasia

di blu, di rossi, di celesti e viola!

C’è un fior per tutti in questo mio giardino!

Fanne un mazzetto da portare a scuola!

Così dipinse April questa mia breve

terra intingendo il pennello nel cuore

fin che bastò il colore.

Quando non ebbe più che un po’ di nero

aggiunse un’altra croce al cimitero.

 

Pioggia d’aprile di Luigi Pirandello

Attoniti, dai nidi

nuovi, sui vecchi tetti

guardano gli uccelletti.

Mettendo acuti gridi,

cadere l’invocata

pioggia di mezzo aprile.

Tu dietro la vetrata,

dalla finestra bassa

come lor guardi e ridi.

È nuvola che passa.

 

Aprile, dolce dormire di Vivian Lamarque

Aprile! Aprile!

Dolce dormire!

Non sente la sveglia

il bambino Nino,

anche se è vicina al suo lettino.

Non sente la sveglia

il merlo Guido,

anche se è vicina al suo nido.

Non sente la sveglia

il gatto Seppie,

anche se è vicina alle sue orecchie.

Non sente la sveglia

il cane Budino,

anche se è vicina al suo codino.

Non sento la sveglia nemmeno io più!

La filastrocca continuala tu!

PRIMAVERA, TRE POESIE PER I BAMBINI

 

photo credits | think stock