Allergia primaverile, come ridurre l’esposizione 

di Fabiana Commenta

Più che alla primavera, il tempo, le piogge e le temperature poco gradevoli fanno pensare all’autunno, ma nonostante tutto è proprio questo il periodo in cui si scatenano le allergie che affliggono fino a un terzo dei più piccoli sotto i 14 anni. 

allergia

Il 10% dei bambini soffre di asma bronchiale, di cui l’80% è scatenata da allergie mentre il 18-20% soffre di rinite allergica e il 10% di dermatite atopica. Ma come ridurre i rischi di allergie per i più piccoli? Ecco cinque semplici regole stilate da SIAIP, Società Italiana di Allergologia e Immunologia Pediatrica, con una serie di consigli su come ridurre l’esposizione ai pollini durante il picco primaverile.

Meglio non aprire i finestrini in auto: le alte concentrazioni di polline, tipiche di questo periodo possono essere particolarmente fastidiose per i più piccoli. Meglio allora viaggiare evitando di aprire i finestrini perché in questo si riuscirà ad evitare l’ingresso di polline nell’abitacolo. Meglio poi aspirare l’interno delle auto e non fumare, nemmeno sigarette elettroniche, soprattutto se ci sono dei bambini.

Meglio limitare l’attività fisica ed evitare di sudare 

Nel corso della primavera, in cui si concentra la maggior parte dei pollini, è sempre consigliabile limitare le attività sportive all’aria aperta ed evitare di sudare. Maggiore è la quantità di aria inalata, maggiore è la quantità di allergeni pollinici che giunge nelle vie aeree. Meglio anche non camminare vicino a prati appena falciati perché il taglio delle graminacee libera una grande quantità di polline

Meglio finestre solo la sera o la mattina presto

È consigliabile aprire solo la sera oppure la mattina presto per cambiare l’aria degli ambienti in cui si abita. In questo modo si avrà la possibilità di poter ridurre la quantità di polline che entrerà in casa. 

 Fare attenzione ai cuscini 

Ricordare di coprire il cuscino con un copriletto quando si aprono le finestre e non lasciare all’aperto lenzuola o federe nelle ore centrali della giornata, poiché il polline può depositarsi sopra ed essere inalato durante la notte. 

Evitare la campagna e recarsi al mare

Meglio evitare la campagna se si è allergici alle graminacee e preferire invece il mare preferibile il mare, poiché il vento dominante viene proprio dalle acque marine ed è privo di polline. 

ALLERGIA PRIMAVERILE IN GRAVIDANZA, COME EVITARLA

 

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK