Quanto ne sai sull’acne di tuo figlio? Informati su VediamociChiara

di Maris Matteucci Commenta

Quanto siete informate quando si parla di acne? Le mamme che hanno figli adolescenti sanno bene cosa vuol dire ritrovarsi in casa ragazzi e ragazze che si lamentano perché la loro pelle è ricoperta di antiestetici brufoli. Solo che sono poche le mamme che sottopongono i loro figli a una visita specializzata dal dermatologo, nella convinzione che l’acne sia una condizione transitoria legata all’adolescenza e allo sbalzo ormonale che la caratterizza. Proprio per questo motivo, e per incentivare i genitori a considerare l’acne una malattia seria, l’Osservatorio VediamociChiara, in collaborazione con l’Italian Acne Board, ha lanciato una campagna di sensibilizzazione sull’acne.

mamma acne

Analizzando i dati emersi dalla survey “Acne e Giovani” emerge infatti una situazione abbastanza preoccupante: gli adulti hanno idee confuse su quali siano le cause dell’acne e le cure più appropriate per curare questo disturbo. Tra le risposte che hanno avuto più successo, ecco che l’acne viene considerata causata da inquinamento atmosferico (78%), cattiva alimentazione (66%)e virus (18%). Grande confusione anche su quelle che sono le cure anti-acne da utilizzare: il 20% si affida alla pulizia del viso dall’estetista che di per sé viene considerata sufficiente per la cura di questa malattia della pelle. Pillola anticoncezionale, rimedi naturali e prodotti consigliati da estetiste o farmacisti sono gli altri metodi utilizzati per la cura dell’acne.

Un quarto delle mamme intervistate ritiene che l’acne sia una patologia che sparisce col tempo e che si debba intervenire solo quando la situazione è molto grave (43%), o quando tutto ciò che è stato tentato non ha dato i risultati sperati (26%). Sono solo l’8% le mamme che, per salvaguardare la salute della pelle dei loro figli, hanno deciso di portarli da un dermatologo, facendo la cosa più giusta visto che l’acne è una malattia che, per essere risolta con successo, ha bisogno del parere e di una terapia prescritta da un esperto. Per sensibilizzare giovani e adulti sulla importanza di una corretta informazione sull’acne, l’Osservatorio VediamociChiara, in collaborazione con l’Italian Acne Board e la partecipazione di Avantgarde, ha lanciato una campagna che ha nel mirino soprattutto i genitori. Sono loro i primi a dover capire di quanto il fai da te sia sconsigliato per la cura dell’acne. Tutte le info sul sito di VediamociChiara.