“365 cose da fare e creare”, un libro di attività creative

di Redazione 1

365 cose da fare e creare attività creative

Ok, confessatelo. Nonostante i nostri consigli sui regali intelligenti da fare a Natale, nonostante le vostre buone intenzioni, nonostante le raccomandazioni fatte a parenti e amici onde evitare un blob di giocattoli che rischierà di sommergervi nottetempo… quanti sono i regali assolutamente inutili che i vostri bambini hanno ricevuto?

Noi quest’anno ce la siamo cavata egregiamente, e oggi sono qui proprio per consigliarvi uno dei regali che il mio figlio maggiore (quasi 5 anni) ha ricevuto a Natale e che è subito entrato nella nostra top ten dei libri preferiti. Si tratta di “365 cose da fare e creare”, edizioni Usborne, di Fiona Watt (progetto grafico e illustrazioni di Erica Harrison).

Avete voglia di intrattenere il vostro bambino con attività creative, ma la creatività non è il vostro forte? Vorreste proporre loro qualche lavoretto da fare, ma non sapete da che parte cominciare? Questo è il libro che fa per voi.

Come dice il titolo stesso, per ogni giorno dell’anno vengono proposte idee semplici, originali e divertenti per realizzare disegni o piccoli oggetti, utilizzando materiali facili da reperire e molto spesso da riciclo (il che non guasta mai!).

Qualche esempio? Gusci d’uovo che diventano divertenti mostriciattoli, bastoncini dei gelati che si trasformano in piccoli cow-boy, forchettine di legno tramutate in simpatici animaletti.

E ancora: imparerete a realizzare cappelli da pirata e mascherine per Carnevale, a disegnare dinosauri con pochi tratti, a creare un oceano di pesci colorati con le impronte delle mani e a costruire uno zoo tutto di carta!

Il testo è ricco di immagini e tutorial, i passaggi sono spiegati con chiarezza e sono molto semplici da seguire: anche le mamme meno portate per le attività manuali potranno così scoprire il piacere di interagire con i propri figli per realizzare piccole opere insieme.

Il libro di Fiona Watt è anche un bellissimo oggetto, grande, colorato, con la copertina rigida e rilegato ad anelli: uno di quei libri insomma che esporremmo volentieri anche nella nostra libreria, non necessariamente in quella dei bambini!