Sostenere la Fondazione Theodora per regalare un sorriso ai bambini in ospedale

di Chiara R 1

Sono numerosi i bambini che ogni anno vengono ricoverati nei reparti pediatrici degli ospedali italiani. Il ricovero per i piccoli pazienti è spesso un vero è proprio trauma: i bambini si trovano catapultati in un ambiente nuovo, lontano da casa e, spesso, al dolore fisico per la malattia si aggiunge il disagio psicologico della degenza e dello stare in ospedale circondato da altri pazienti e da persone sconosciute. Per rispondere all’esigenza di serenità  dei bambini malati negli ospedali, la Fondazione Theodora lavora da anni in numerose strutture ospedaliere.

Nata nel 1993 in Svizzera, la Fondazione Theodora si propone di migliorare la qualità della vita dei bambini ricoverati regalando ai piccoli pazienti e alle loro famiglie sorrisi, allegria e spensieratezza. I Dottor Sogni, artisti professionisti altamente qualificati, lavorano in armonia con tutto il personale medico presente negli ospedali e contribuiscono a creare un ambiente sereno per i bambini malati e a distrarre e confortare i piccoli attraverso il gioco.

Anche quest’anno, la Fondazione Theodora, che in Italia opera in ben 15 strutture ospedaliere in 11 città, ha avviato il progetto Un sorriso per i bambini in ospedale. Fino a domenica 29 gennaio 2012 sarà possibile sostenere la fondazione e i suoi progetti inviando un semplice SMS al numero 45502 da tutti i cellulari Tim, Vodafone, Wind, 3, Poste mobile, CoopVoce, Tiscali e Noverca oppure chiamando lo stesso numero da rete fissa per donare 2 euro con Teletu oppure 2 o 5 euro con Telecom Italia, Infostrada, Fastweb e Tiscali. Grazie al sostegno di tutti, i Dottor Sogni potranno regalare un sorriso a tutti i bambini malati ricoverati nei vari reparti pediatrici degli ospedali italiani. I fondi raccolti attraverso il progetto Un sorriso per i bambini in ospedale serviranno anche a realizzare dei corsi di formazione e di aggiornamento per i Dottor Sogni, il counceling psicologico periodico e la sterilizzazione delle attrezzature: camici, giocattoli, strumenti di gioco, ecc..

Per maggiori informazioni: Theodora.it

 

Photo Credits | Thinkstock