L’alimentazione influisce sul sesso del nascituro

 
Daniela
11 marzo 2010
5 commenti

alimentazione e sesso nascituro

Dimenticate i metodi della nonna per individuare se il nascituro sarà maschio o femmina, secondo una recente ricerca, basta osservare la propria alimentazione per capire il sesso del  bambino.

Secondo uno studio condotto dalla Dottoressa Cheryl Rosenfeld dell’Università del Missouri e pubblicato sulla rivista PNAS, l’alimentazione della donna in gravidanza influenzerebbe sul sesso del nascituro, e in particolare, le diete ad alto contenuto calorico favorirebbero la nascita dei maschietti, mentre quelle con poche calorie la nascita di femminucce.

La Dottoressa Rosenfeld e il suo staff hanno condotto lo studio su un campione di topi femmina in gravidanza, nutrendone una parte con una dieta ipercalorica e una parte con un regime alimentare ipocalorico. Al momento del parto è stato notato come le femmine che avevano seguito una dieta ipercalorica partorissero più figli maschi, mentre quelle che avevano assunto meno calorie, partorivano delle femmine.  

La dieta seguita dalle femmine che avevano partorito maschi comprendeva cibi a base di potassio, vitamina C, E e B12, calcio, e colazioni a base di cereali.

La Dottoressa Rosenfeld, commentando i risultati emersi dallo studio ha dichiarato: 

Dai dati emerge che diete ad alto contenuto calorico e che prevedono prime colazioni costanti e abbondanti favoriscono la nascita di maschietti, mentre le diete a basso contenuto calorico tendono a favorire le femminucce. Negli esseri umani, così come nei topi che abbiamo esaminato, la restrizione alimentare e una dieta rigida durante il periodo intorno al concepimento e della gravidanza possono portare alla perdita selettiva dei feti di sesso maschile, che sono più vulnerabili nel grembo materno.

Articoli Correlati
YARPP
Maschio o Femmina: le leggende sul sesso del nascituro

Maschio o Femmina: le leggende sul sesso del nascituro

Le tecniche di ecografia morfologica inventate intorno gli anni ’80 hanno segnato una svolta della ginecologia e della diagnosi prenatale e tra le tante domande a cui ora riesce a […]

Nuovo esame rivela il sesso del nascituro alla settima settimana di gravidanza

Nuovo esame rivela il sesso del nascituro alla settima settimana di gravidanza

Conoscere il sesso del nascituro prima che venga al mondo. Ci sono coppie che preferiscono avere la sorpresa e aspettano il parto per scoprire se il loro bambino è un […]

Sesso in gravidanza: non influisce negativamente sulla gestazione

Sesso in gravidanza: non influisce negativamente sulla gestazione

Torniamo a parlare di sesso in gravidanza o meglio di quello che pensano le donne; questo grazie ai risultati di uno studio compiuto da un gruppo di ricercatori del Santa […]

Un’alimentazione grassa in gravidanza predispone i bambini all’obesità

Un’alimentazione grassa in gravidanza predispone i bambini all’obesità

Secondo uno studio effettuato nei laboratori della Rockefeller University, un’alimentazione eccessivamente grassa in gravidanza può compromettere la salute del nascituro e in particolare lo predispone all’obesità, perché causa alterazioni del […]

Il sesso in gravidanza

Il sesso in gravidanza

Sesso e gravidanza: un argomento molto delicato ed estremamente soggettivo. Anzitutto: si può fare sesso in gravidanza? La risposta almeno in linea generale è sì e può anche essere qualcosa […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Letizia

    Perdonate ma io leggo e rileggo quest’articolo e continuo a non capire… Come può essere possibile che il sesso di un bambino venga influenzato dall’alimentazione della madre quando è già stato stabilito il giorno del concepimento?! Durante la gravidanza, la donna nutre un feto “già” maschio o femmina fin dal primo incontro dei due gameti! Caso mai, posso capire che, se una donna porta in grembo una femmina, prediligerà certi alimenti piuttosto che altri (e la stesa cosa se porta in grembo un maschio). Forse lo studio della dottoressa Rosenfeld è stato mal tradotto visto che l’italiano non è un opinione ^^ . Ad ogni modo, ricordiamo che è lo spermatozoo a portare il cromosoma del sesso che determinerà il genere del feto… allora, bisogna condurre la ricerca nell’ambito dell’alimentazione del papà? Spero che qualcuno possa fare maggior chiarezza. Grazie.

    11 mar 2010, 17:20 Rispondi|Quota
  • #2Letizia

    Ho letto soltanto adesso il commento della dottoressa al suo studio. Sono lì si parla di alimentazione (in questo caso dei topi) durante i giorni intorno al concepimento. Adesso è tutto più chiaro ma da come comincia l’articolo: – “l’alimentazione della donna in gravidanza influenzerebbe sul sesso del nascituro” – sembra tutt’altro.

    11 mar 2010, 17:25 Rispondi|Quota
    • #3Micol

      Letizia hai ragione, provvederemo a correggere, è stata formulata male la frase, la dieta della donna può influire sul sesso del nascituro nel periodo prima e a ridosso del concepimento, in modo assoluto non può farlo dopo che l’ovulo è stato fecondato. Conosco donne che desideravano una femmina e che hanno seguito diete a base di latticini per raggiungero lo scopo, non so se possa essere possibile ma entrambe le ragazze sono riuscite nel loro intento!

      12 mar 2010, 13:54 Rispondi|Quota
  • #4Letizia

    OK, grazie!!!! ^^

    13 mar 2010, 06:00 Rispondi|Quota
  • #5Simona

    Scusate, e se volessi un maschietto cosa dovrei mangiare?
    :-)

    13 mag 2010, 10:05 Rispondi|Quota
Trackbacks & Pingback
  1. Il colore degli occhi del neonato - Tutto Mamma