Un supereroe con l’apparecchio per un bimbo sordo

di Redazione Commenta

Anthony ha quattro anni e vive nel New Hampshire. Dall’orecchio destro non sente del tutto mentre dal sinistro ha udito molto basso. Avrebbe dovuto mettere l’apparecchio acustico ma proprio non voleva. Gli eroi dei fumetti, quelli che già in tnera età divora, non lo portano. Perchè avrebbe dovuto farlo lui?

Inutile dire che Christina, la sua mamma, era disperata. Quell’apparecchio blu (caratteristica che gli gli è valsa il nomignolo di blue ear da parte del piccolo Anthony) era infatti l’unica speranza per il figlio di avere una vita normale soprattutto in vista dell’imminente inserimento scolastico. Così, dopo aver tentato di persuadere il bambino in ogni modo, ha deciso di fare leva sulla passione di questi per i fumetti e lo ha fatto alla grande.

Mamma Christina, infatti, un bel giorno ha preso carta e penna (o forse ha acceso il computer) ed ha scritto alla Marvel Comics, la nota casa editrice specializzata in fumetti che ha dato vita, tra gli altri, a l’Uomo Ragno, l’Incredibile Hulk e Capitan America. Forse era solo un tentativo disperato, forse Chrtistina non si aspettava neppure un risposta e invece la Marvel ha voluto fare a lei e al suo piccolo una sorpresa davvero grandiosa. Anzi due!

Qualche tempo dopo infatti c’era posta per Anthony: un’immagine del supereroe Hawkey, Occhio di Falco, risalente al 1984; una striscia che lo vede indossare un apparecchio acustico dopo aver perso l’udito in una esplosione. Sarebbe bastato già questo probabilmente per convincere il bambino ad indossare l’apparecchio ma dalla Marvel hanno deciso di fare ancora di più.

Il giorno dopo è arrivata un’altra incredibile sorpresa in casa Smith: la striscia di un nuovo eroe dei fumetti ispirato ad Anthony e creato per lui: Blue ear. Sembra che Anthony adesso non voglia più separarsi dal suo apparecchio.

[Fonte]

Photo credit | Think Stock