Come spiegare il Natale ai bambini

di Redazione 5

 

spiegare il Natale ai bambini

Nel Natale i bambini svolgono un ruolo molto importante, e non per i regali e le feste, ma soprattutto perché la tradizione religiosa mette al centro del mondo un bambino, ovvero Gesù, che nasce per salvare il mondo; non solo nella religione cristiana i bambini sono importanti: ad esempio nel Buddismo il Dalai Lama si reincarna proprio in un bambino.

Spiegare ai più piccoli il vero significato del Natale e la storia di Maria, Giuseppe e di Gesù Bambino che nasce in una grotta non è semplice, ma si può attualizzarla dicendo che ancora adesso ci sono famiglie molto povere che sono costrette a fuggire con i loro figli e a lasciare la loro terra spesso piena di miseria, guerra e povertà.

Al di là del significato religioso, che nel Natale dovrebbe rimanere quello primario, nella nostra cultura le festività natalizie e dell’Epifania sono legate alle figure di Babbo Natale e della Befana, due personaggi nei quali i bambini ripongono grandi aspettative: scrivono loro delle lettere e sperano di ricevere i regali richiesti.

Babbo Natale racchiude tutte le figure maschili che contano per i bambini: è un po’ papà e un po’ nonno, mentre la Befana è un po’ nonna e un po’ strega, ma possiede una grande funzione educativa, perché fa capire che se si è buoni si riceveranno i doni, mentre se si è disobbedienti si otterrà solo il carbone.

Crescendo i bambini scopriranno dagli amichetti o dai fratello maggiori che Babbo Natale e la Befana non esistono, e questa scoperta sarà accompagnata da un’inevitabile delusione; a questo punto i genitori dovranno spiegare loro che questi personaggi esistono nell’anima di ogni adulto e che ogni papà ogni mamma sono Babbo Natale e la Befana perché vogliono realizzare i sogni dei loro figli ed esaudire i loro desideri.