Scuola e Coronavirus: ecco la situazione degli studenti italiani

di pask Commenta

Come riescono a trovare un punto in comune scuola e Coronavirus, in questi tempi così difficili? L’emergenza non pare affatto scemare, dal momento che il picco purtroppo non è stato ancora raggiunto. Inevitabilmente, quindi, questa emergenza sta completamente modificando l’approccio e l’esperienza scolastica di tutti i giovani in Italia.

Scuola e Coronavirus

Scuola e Coronavirus, come affrontare l’emergenza

Una novità che probabilmente si rifletterà per sempre sulla scuola italiana. Nel corso delle ultime settimane, l’impatto con questa emergenza di carattere sanitario ha lasciato basiti un po’ tutti, quasi increduli e impassibili di fronte ad un “mostro” più grande di tutti noi. La scuola è una delle realtà che sicuramente ha avuto grandi difficoltà ad adeguarsi a questo tipo di emergenza: con il passare dei giorni, però, si è capito alla perfezione come l’insegnamento a distanza rimane, grazie all’impiego di internet, la modalità perfetta per continuare nel percorso scolastico ed evitare che questi mesi finiscano per diventare una perdita di tempo.

Il tempo libero per i ragazzi, però, si sta rivelando un’arma a doppio taglio, visto che le soluzioni in ambito digitale per continuare a studiare ci sarebbero in ogni caso, ma manca una direzione da parte dell’alto e che venga seguita un po’ da tutte le scuole in Italia.

Per fare in modo che la didattica possa continuare, anche perché la sensazione è chiaramente che il prossimo 3 aprile le misure di sicurezza verranno prorogate, una soluzione è rappresentata dal fatto di far diventare le varie materie di studio una sorta di gioco, in modo tale da catturare l’attenzione degli studenti, magari proprio attraverso quel device da cui non si riescono a staccare, ovvero lo smartphone.

È esattamente il progetto che sta portando avanti, ad esempio Redooc.com, che da diversi anni riesce a impartire lezioni di tantissime materie, tra cui educazione finanziaria, matematica, grammatica e fisica, mettendo a disposizione degli studenti utenti centinaia e centinaia di filmati con la teoria che viene spiegata mediante degli esempi concreti e tantissimi esercizi interattivi. In un momento simile di emergenza nazionale, Redooc.com ha proposto, inoltre, un’iniziativa davvero molto interessante, che prende il nome di #ScuolaACasa. Si tratta di una proposta del tutto gratuita per ogni scuola Primaria, Secondaria di primo e secondo grado. In poche parole, vengono offerti ai vari istituti delle vere e proprie licenze gratis, per fare in modo che gli studenti possano continuare nel loro percorso di apprendimenti, anche se fisicamente non possono più recarsi tra le aule scolastiche. Un’iniziativa che ha visto anche l’importante collaborazione di Global Thinking Foundation.