Samantha Cristoforetti: la foto con i figli e le critiche per la sua scelta

di Gio Tuzzi Commenta

Samantha Cristoforetti, prima donna italiana nello spazio. Prima, in molte cose. L’astronauta, è partita per la sua prima missione nel 2014, ed è tornata ora, in orbita. Per questa seconda missione, ha lasciato a casa i suoi due figli, Kersi Amel di cinque anni e Dorian Lev di uno. Una rivoluzione questa, se si pensa che alle donne non era concesso di lasciare i propri figli per lavorare per un tempo cosi prolungato. L’astronauta , ha segnato con la sua partenza un nuovo inizio: una donna che va nello spazio, una mamma, è prima di tutto Astro Samantha, una scienziata, capitano dell’aeronautica Militare, con una laurea conseguita a Monaco e un’altra a Napoli. E’ una donna intelligente, nata per fare il suo lavoro: Samantha Cristoforetti è questo prima di essere moglie e madre.

 

La foto, postata sui social del bacio dell’astronauta ai suoi due figli, che la salutano ha suscitato non poche polemiche. Molti, si sono chiesti come reagiranno i due bambini all’assenza della loro madre, e come lei stessa abbia potuto scegliere la missione alla responsabilità materna. Questo dibattito, ha lasciato spazio a differenti tipi di opinioni, anche e la verità alla base della scelta dell’astronauta è una sola: Samantha Cristoforetti, è in realtà una progressista e una donna, innamorata del suo lavoro, che crede in ciò che fa. Questo, non toglie nulla all’amore per la sua famiglia, per i suoi figli. La foto, tenera e commovente, vede una madre, che tornerà dai suoi figli, ma che ha scelto di portare avanti le sue responsabilità lavorative e ciò in cui crede.

 

In un’era, in cui si insegue il progresso e si cerca disperatamente di affermare nuovi diritti della donna, Samantha Cristoforetti, rappresenta l’avanguardia, la scelta di andare oltre il pregiudizio, la chiusura, la mancanza di aperture. In un’intervista recente, l’astronauta ha dichiarato che per gli spaziali è sempre doloroso lasciare i propri affetti per lungo periodo, ma è anche vero, che c’è una stretta collaborazione tra partner. Il marito della Cristoforetti, si occuperà dei bambini durante l’assenza della moglie. E questo, è quello che dovrebbero fare tutte le coppie che si considerano pari, in una società dove non esiste più la differenza tra i sessi.

Lo stesso Luca Parmitano, che è collega e amico di Samantha, ha dichiarato che l’immagine più forte della donna è quella di lei con i suoi figli, e che la primogenita, Kelsi Amel, che significa Speranza, è dedicata tutta l’emancipazione della madre, la sa forza e il suo coraggio.