Roma, asilo elimina la festa della mamma e del papà

di Emma Commenta

L’accusa è quella di essere discriminatorie: ecco perché l’asilo Chicco di Grano nel quartiere Ardeatino a Roma ha deciso di eliminare le feste della mamma e del papà.

poesie, festa della mamma

Resta solo la festa della famiglia che viene considerata la meno discriminatoria nei confronti delle nuove famiglie con genitori che abbiano lo stesso sesso, ma la decisione ha scatenato una vera e propria querelle accusando l’asilo di essere discriminatorio al contrario. 

A sostenere questa posizione, l’associazione Articolo 26, ma anche alcuni genitori di genitori di altri bambini dell’asilo secondo cui la decisione presa è una “discriminazione al contrario presa dopo le pressioni di una coppia omosessuale”.

Nonostante sia stato inoltrato al Municipio un vero e proprio reclamo, il Municipio a appoggiato la decisione della scuola “facendo intendere che le due secolari celebrazioni sono ideologiche e divisive e quindi ormai da cancellare con una più inclusiva festa delle ‘famiglie'”.

Ma la questione non finisce qui perché l’associazione ricorda come in questo modo si vadano a ledere i diritti di tutti gli altri altri genitori e degli altri bambini.

La querelle va avanti già da qualche settimana a questa parte dopo che la scola all’inizio aveva deciso di proposte una festa del papà e della mamma facoltative: anche una scelta del genere è stata però contestata da una coppia omosessuale dato che la scuola ha deciso poi di cancellare tutte le feste lasciando solo quella famiglia.

La Capitale d’altra parte non è nuova a polemiche del genere: la stessa cosa era accusata nel corso del 2015 nella scuola dell’infanzia Contardo Ferrini, nel quartiere Trieste quando una coppia di donne aveva chiesto l’abolizione della festa del papà.

FESTA DELLA MAMMA, DIECI FILM DA VEDERE

 

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK