Prime parole bambini, ecco come i genitori possono stimolarli

di pask Commenta

L’emozione per i genitori di sentirsi chiamare per la prima volta “mamma”, oppure “papà” è sicuramente impossibile da descrivere e, al contempo, è uno di quei momenti che rimangono impressi nella testa per tutta la vita. Un attimo che non ha prezzo, ma che in certi casi tarda ad arrivare.

parlare con bambini

Prime parole bambini: ecco i comportamenti migliori che dovrebbero assumere i genitori

Infatti, le prime parole in alcuni bambini non arrivano subito come con altri: quindi, ci si chiede cosa possano fare i genitori per stimolare e dare una mano al proprio figliolo nel processo di apprendimento di tutte quelle abilità comunicative che servono proprio ad esprimersi e cominciare a parlare.

È la logopedista Anna Biavati-Smith a dare degli ottimi consigli in questo ambito, riprendendoli anche dal libro “Senti come parlo”, un volume che è stato lanciato in tutte le librerie a partire dallo scorso 24 settembre, facente parte della collana QUID+.

Prima di tutto, è bene mettere in evidenza come ogni bambino è un caso a sé, dal momento che ognuno ha le sue tempistiche per imparare. Meglio evitare di fare troppi paragoni con altri genitori, ma soprattutto è fondamentale evitare di farsi prendere dall’ansia, visto che ci sono alcuni bambini che iniziano prima e altri un po’ più in ritardo, anche se quest’ultimo forse non è nemmeno giusto usarlo.