Pillole anticoncezionali, proteggono dal cancro alle ovaie

di Emma Commenta

La pillola anticoncezionale? È assolutamente indicata per ridurre il rischio di cancro alle ovaie: lo conferma uno studio condotto su quasi due milioni di donne di età compresa fra i 15 e i 49 anni. 

Nel 21% dei casi  analizzati il rischio scende di sviluppare un tumore scende nelle donne che assumono la pillola anticoncezionale anche se tende via via a ridursi dopo la sospensione. 

pillola del giorno dopo, pillola gravidanza indesiderata

Lo studio condotto dal team di ricerca internazionale guidato da scienziati del Rigshospitalet presso l’Università di Copenaghen, Danimarca, ha messo in evidenza che le moderne pillole contraccettive combinate riescono a ridurre il rischio di sviluppare il cancro alle ovaie nelle donne giovani con una percentuale molto alta, pari al 42%. 

Obiettivo della ricerca era anche quello di confrontare l’efficacia delle moderne pillole anticoncezionali combinate (con estrogeni artificiali e progestinici di vario tipo) rispetto a quelli delle pillole più vecchie ricche invece di livelli di estrogeni e progestinici più datati. 

Se le ricerche confermavano che le vecchie pillole riuscivano proteggere le donne dal cancro alle ovaie, la ricerca danese conferma che anche le nuove pillole svolgono lo stesso ruolo protettivo. 

 Ricerche passate avevano dimostrato che le vecchie pillole erano in grado di proteggere le donne dal carcinoma ovarico, ma non c’erano dati per quelle più recenti. Proprio per questo la squadra di studiosi ha avviato l’approfondita indagine statistica sui medicinali moderni.

Le donne coinvolte nello studio non dovevano avere una storia di cancro, non dovevano aver sofferto di trombosi venosa e non essere state trattate per la fertilità: le partecipanti sono state divise in tre gruppi. 

Il primo gruppo era quello di donne che non utilizzavano attuali o contraccettivi, il secondo gruppo di donne utilizzatrici correnti o recenti, il terzo di donne ex utilizzatrici che avevano preso l’ultima pillola contraccettiva da più di un anno. 

I dati emersi hanno dimostrato che nelle donne che assumevano la pillola esisteva una riduzione di tumori ovarici del 21% rispetto a chi non le prendeva con il rischio che si riduceva ulteriormente al 42% nelle donne del gruppo dell’uso recente, fino a scendere al 23% di protezione da parte delle ex utilizzatrici.

PILLOLA, I MITI SFATATI DALLA SIC

photo credits | think stock