Oms, la campagna Nursing Now per aumentare il numero di infermieri e ostetriche

di Fabiana Commenta

Si chiama Nursing Now ed è la nuova campagna triennale lanciata dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) con l’obiettivo di potenziare a livello mondiale la forza lavoro rappresentata da infermieri e ostetriche. 

oms, Istat: calo delle nascite. In italia nascono sempre meno bambini

Infermieri e ostetriche svolgono un ruolo prioritario per la salute dei pazienti, ma sono ancora troppo pochi nel mondo: i dati dell’Oms confermano che nel 50% degli Stati, ce ne sono meno di 3 ogni 1000 abitanti, il 25% degli Stati ne ha meno di 1 su 1000 abitanti. Troppo pochi davvero: il programma Nursing Now intende cambiare qualcosa nelle politiche sanitarie, ottenere maggiori investimenti condividere le pratiche migliori.

L’iniziativa dell’Oms è stata lanciata ieri in contemporanea a Ginevra e a Londra con la presenza della duchessa di Cambridge, Kate Middleton, in dolce attesa del terzo figlio, insieme alla principessa di Giordania Muna Al Hussein.

I dati dell’Oms parlano chiaro d’altra parte: infermieri e ostetriche rappresentano circa il 50% dei lavoratori della sanità, ma su 43,5 milioni nel mondo, si stima che siano solo 20,7 milioni.

Inoltre, nel mondo, il 70% della forza lavoro in ambito sanitario o sociale è rappresentato da donne e negli altri settori il 41%. La campagna Nursing Now intende promuovere diverse soluzioni al problema anche attraverso la strategia globale per rinforzare infermiere e ostetriche entro il 2020 e per rafforzarne la presenza.

Una strategia che si articola in quattro diverse 4 aree tematiche, vale a dire fornire infermiere e ostetriche competenti e motivate, migliorarne la leadership, migliorare e massimizzare le loro capacità e potenzialità con partnership e investire in risorse per potenziarne le competenze e la loro professionalità.

photo credits | think stock