Metodo Montessori, le regole per cominciare in casa

di Emma Commenta

All’estero è uno dei metodi educativi privilegiati, ma di fatto il Metodo Montessori, ideato dalla psichiatra italiana, nel nostro Paese, non è mai stato stato troppo noto e neppure troppo popolare.

Almeno fino a questo momento: adesso il Metodo Montessori sta vivendo praticamente una secondo rinascita considerato anche il numero di scuole pubbliche primarie e secondarie, e in continua crescita che lo stanno adottando in questi ultimi anni.

stanza, Metodo Montessori: come arredare la cameretta

Il metodo Montessori si basa non tanto sul confronto e la competizione fra i più bravi e meritevoli, ma va a nutrire l’indole dei piccoli che sono spronati a dare il meglio di sé per sviluppare il loro potenziale. 

Questo è quanto lascia emergere ‘Il metodo Montessori per tutti’ saggio scritto da Laura Beltrami e Lorella Boccalini e pubblicato dalla Bur Rizzoli Parenting editore che aiuta a capire meglio il metodo insegnando ai genitori anche come aiutare in casa il bambino a sviluppare la propria libertà e la propria autonomia. Insomma, nessuna ansia da performance per favorire uno sviluppo sereno che consenta al bambino di capire come realizzarsi cominciando da alcuni principi base.

  1. La casa è il primo luogo abitato dai bambini e loro devono cominciare a prendersene cura. È importante che il piccolo acceda nella sua cameretta e ai propri giochi senza aspettare l’adulto. È importante che il bambino abbia libero accesso ai giochi.
  2. Pulizia: troppi giocattoli non servono. Eliminate quelli che adesso non usa lasciando quelli che preferisce adesso e lasciate lo spazio libero per muoversi.
  3. La camera non è fatta solo di giocattoli: anche i mobili devono essere accessibili direttamente dal bambino per usarli senza difficoltà.
  4. Una sola zona esclusiva non basta: anche il resto della casa deve essere accessibile al bambino ad esempio usando specchi alla sua altezza o montando un attaccapanni in basso. Tutto deve essere posizionato perché il bambino si senta a suo agio e possa agire autonomamente.

4) L’ordine è importante, non solo la pulizia: l’ordine è importante per cui invitate i bambini a riordinare la stanza da sé il prima possibile,  anche sfruttando spazi dedicati, come cassetti, ceste, armadi.

METODO MONTESSORI, GLI ESERCIZI PRELIMINARI PER I BAMBINI 

photo credits | think stock