Meningite bambini, la profilassi vaccinale come difesa efficace

di Redazione Commenta

Meningite bambini profilassi vaccinale difesa efficace

La meningite è un’infiammazione delle meningi, ovvero delle membrane che rivestono sia il cervello che il midollo spinale. Può manifestarsi sotto diverse forme, se negli adulti e nei bambini più grandi si presenta sottoforma di febbre, mal di testa o nausea, nei più piccoli può insinuarsi senza troppo clamore; spesso la temperatura corporea si mantiene nella norma o addirittura al di sotto di essa. E’ solitamenta dovuta a batteri e virus, tra questi molto diffuso è il meningococco B, causa tra l’altro di ben 6 casi su 10 di meningite meningococcica in Italia, la quale ha un tasso di mortalità che si aggira tra il 9 ed il 12 %, ma che si alza arrivando al 50 quando non vi sia una cura adeguata.

 

Come afferma la dott.ssa Chiara Azzari, Direttore della Clinica Pediatrica II del Dipartimento di Pediatria Internistica, all’Università degli Studi di Firenze, i bambini più colpiti dalla meningite sono i neonati tra i 4 e gli 8 mesi, anche se in generale le fasce di età interessate siano da riscontrarsi nei bambini entro il primo anno di vita e nei ragazzini tra i 12 ed i 18 anni. Viene da se l’importanza di un intervento preventivo, fin da piccolissimi, affidandosi ad un programma di vaccinazioni specifico. L’unico ed il più eficace rimedio contro tale malattia è infatti la profilassi vaccinale.

Grazie al lavoro dei ricercatori italiani è da poco disponibile un vaccino apposito contro il meningococco B, dopo il via libera dato dalle autorità regolatorie europee. D’altra parte, così come afferma Alessandro Ballestrazzi, Il Presidente Nazionale della FIMP, grande importanza rivestono le campagne di informazione e di sensibilizzazione nei confronti di tale malattia, che pongano nella giusta luce l’importanza delle vaccinazioni nella lotta alla meningite. Anche le Istituzioni dovrebbero giocare un ruolo decisivo nella presa di coscienza delle famiglie attraverso programmi di immunizzazione e di aggiornamento.

Fonte

Photo Credit | Thinkstock