L’assurdità di abbandonare gli animali, quando invece regalano solo amore

di Gio Tuzzi Commenta

Un approfondimento su una questione sempre più delicata qui in Italia

L’essere umano non è perfetto, di questo siamo tutti estremamente sicuri. Ognuno di noi è un essere singolo, e singolare, con tantissime caratteristiche diverse: alcune vengono generalmente percepite come pregi, altre come difetti. E tutti, in particolare questi ultimi, hanno un’origine, una modalità poco piacevole ma che comunque è umanamente comprensibile, per quanto non gradita.

abbandonare gli animali
abbandonare gli animali

Ma ci sono delle cose che fatichiamo davvero a spiegare: alcuni comportamenti, ma soprattutto alcune scelte, sono incomprensibili e ben lontane da tutti i concetti che possiamo definire umani. Ci riferiamo, in questo articolo in particolare, alla follia (perché di follia si tratta) di abbandonare gli animali. Un comportamento talmente inaccettabile da non poter avere nessuna spiegazione, motivazione o giustificazione che si possa ritenere plausibile.

L’abbandono degli animali

Ogni anno, in Italia, vengono abbandonati 50 mila cani e 80 mila gatti, e questi vanno a sommarsi ai circa 900 mila animali randagi già presenti nelle nostre strade: l’80% di questi animali, che non hanno la fortuna di vivere l’accudimento e l’amore di una casa e di una famiglia, rischia di essere vittima di un incidente, di morire di stenti o di subire maltrattamenti. Purtroppo, fino ad ora, non si è riusciti a eliminare questo triste fenomeno dell’abbandono, nonostante il nostro ordinamento giuridico lo preveda come reato punibile con multe che vanno dai mille ai diecimila euro e con l’arresto fino ad un anno.

Un animale vuol dire amore per tante famiglie

Per fortuna, va detto che, in contrapposizione a quanto appena riportato, esistono un gran numero di persone e di famiglie che amano gli animali e che ne accolgono uno (o anche più di uno) nelle proprie case: stiamo parlando di circa 6.800.000 cani e 8.500.000 gatti che condividono la propria vita con una famiglia qui in Italia.

Un degno saluto ai nostri amici a quattro zampe

Purtroppo sia i cani che i gatti hanno una caratteristica che, nostro e loro malgrado, ci porterà inevitabilmente, prima o poi, a dover affrontare un momento estremamente difficile: la loro vita media è decisamente più breve della nostra, e solo chi ha un animale domestico sa quanto sia doloroso affrontare quella perdita.

Quello che possiamo fare è dare ai nostri amici a quattro zampe il saluto che meritano, e continuare a portare con noi il loro ricordo, magari con oggetti che ci permettano di tenere il loro nome o la loro foto sempre vicino al nostro cuore, come ad esempio una collana in argento con la foto del tuo animale domestico, oppure un bracciale o un portachiavi personalizzato.