Gravidanza e vaccini, le ultime linee guida del Ministero della Salute

di Fabiana Commenta

La prevenzione è indispensabile anche e soprattutto in gravidanza per poter proteggere la mamma e il bambino: ecco perché i vaccini sono indispensabili nonostante qualcuno possa ancora pensare che siano pericolosi per la gestante e il nascituro. 

alimentazione, dieta, fertilità, fecondazione eterologa, test, anomalie, I gemelli nati alla 37esima settimana sarebbero meno a rischio

A confermare l’importanza dei vaccini in gravidanza arrivano le ultime linee guida del ministero della Salute che indica le vaccinazioni indispensabili prima e durante la gravidanza a cui sottoporsi senza alcun timore. 

Gravidanza, le vaccinazioni consigliate

Per le donne in età fertile sono consigliate, se non immuni, le vaccinazioni contro il morbillo, la parotite, la rosolia naturalmente, la varicella e il papilloma virus (Hpv). 

È anche importante il richiamo decennale della vaccinazione contro difterite, tetano e pertosse.

I vaccini sono importanti perché si tratta di malattie che potrebbero incidere negativamente sulla fertilità.

La vaccinazioni consigliate prima del concepimento

Se state pensando di pianificare una gravidanza, è importante essere vaccinate contro morbillo-parotite-rosolia e varicella. Questo perché potrebbero causare un rischio alquanto elevato per il nascituro a causa di eventuali infezioni da parte della madre e soprattutto nel corso della prime settimana di gravidanza. Se la varicella viene contratta nell’immediato periodo pre-parto, il rischio è concreto per mamma e bambino. 

I vaccini di morbillo-parotite-rosolia e varicella sono però controindicati in gravidanza ed è importante che la donna sia regolarmente vaccinata con almeno due dosi da almeno un mese prima dell’inizio della gravidanza. 

Il vaccino contro la pertosse

Molto importante è anche la vaccinazione contro la pertosse. La pertosse contratta dal neonato nei primi mesi di vita può rivelarsi molto grave se non addirittura letale. Il periodo migliore per la vaccinazione è intorno alla 28a settimana per consentire alla gestante produzione di anticorpi sufficienti e il conseguente passaggio transplacentare. 

Il vaccino contro la pertosse è sicuro per la donna e per il bambino. 

Vaccino antinfluenzale

È raccomandata e offerta gratuitamente alle donne che all’inizio della stagione epidemica dell’influenza stiano affrontando il secondo o terzo trimestre di gravidanza.

I vaccini sconsigliati

Restano invece consigliati in gravidanza i vaccini di Mpr e varicella dato che contengono vaccini a virus vivi attenuati, non possono essere somministrati in gravidanza. 

Meglio evitare anche la vaccinazione anti-Hpv perché non è stata ancora oggetto di studi specifici e potrebbe rivelarsi pericolosa. 

PROMOZIONE DELLA SALUTE FEMMINILE IN GRAVIDANZA, LE LINEE DEL MINISTERO DELLA SALUTE

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK