Ferragosto, tre poesie per i bambini

di Fabiana Commenta

Si celebra il 15 agosto il Ferragosto, festività istituita dal primo imperatore romano Augusto, nel 18 avanti Cristo come ricorrenza di mezza estate e momento di riposo dalle attività lavorative.

Ferragosto 2016, cosa fare con i bambini

Nel corso degli anni la festa pagana è stata trasformata festa pagana a giornata scelta dalla Chiesa per celebrare l’Assunzione di Maria come previsto dal dogma proclamato da Papa Pio XII il 1° novembre 1950. Ecco tre poesie per celebrare il Ferragosto e l’estate, Filastrocca di Ferragosto e Un bambino al mare e di Gianni Rodari, Notte d’Estate di Federico Garcia Lorca.

Filastrocca di Ferragosto di Gianni Rodari 

Filastrocca vola e va

dal bambino rimasto in città.

Chi va al mare ha vita serena

e fa i castelli con la rena,

chi va ai monti fa le scalate

e prende la doccia alle cascate…

E chi quattrini non ne ha?

Solo, solo resta in città:

si sdrai al sole sul marciapide,

se non c’è un vigile che lo vede,

e i suoi battelli sottomarini

fanno vela nei tombini.

Quando divento Presidente

faccio un decreto a tutta la gente;

“Ordinanza numero uno:

in città non resta nessuno;

ordinanza che viene poi,

tutti al mare, paghiamo noi,

inoltre le Alpi e gli Appennini

sono donati a tutti i bambini.

Chi non rispetta il decretato

va in prigione difilato.

 

Un bambino al mare
di Gianni Rodari 
Conosco un bambino così povero
che non ha mai veduto il mare:
a Ferragosto lo vado a prendere
in treno a Ostia lo voglio portare.
“Ecco, guarda, gli dirò
questo è il mare, pigliane un po’!”
Col suo secchiello, fra tanta gente,
potrà rubarne poco o niente:
ma con gli occhi che sbarrerà
il mare intero si prenderà.

 

Notte d’Estate

di Federico Garcia Lorca

L’acqua della fonte

suona il suo tamburo

d’argento.

Gli alberi

tèssono il vento

e i fiori lo tingono

di profumo.

Una ragnatela

immensa

fa della luna

una stella.

 

photo credits | thin stock