Diabete in gravidanza, nuova curva glicemica per diagnosticare la malattia

di Redazione Commenta

Il diabete in gravidanza è un tema importante, che va affrontato correttamente cercando di fare molta prevenzione alle mamme. In materia potrebbe esserci una svolta interessante: già utilizzato per la misurazione della glicemia durante la gravidanza, il test da carico orale di glucosio offre ora una nuova strategia perché indica una probabilità quadruplicata di sviluppare la patologia anche in chi ne ignora il possibile pericolo.

curva-glicemica

È stato quindi perfezionato un esame che le mammine in attesa conoscono molto bene. Il test infatti ora è in grado di individuare le persone che presentano un rischio del 400% di ammalarsi della patologia entro 5 anni. Si tratta quindi di una nuova opportunità preventiva, messa a punto da uno studio italiano, condotto dal professor Giorgio Sesti, presidente eletto della Società italiana di diabetologia (Sid), insieme ai ricercatori delle università Magna Graecia di Catanzaro e Roma Tor Vergata, e pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism (Jcem), organo ufficiale della Società di endocrinologia americana.

Questa condizione di elevata glicemia, un’ora dopo carico standard di glucosio, è associata a un peggiore profilo di rischio cardiovascolare. L’aspetto nella pratica clinica più rilevante è che la misurazione della glicemia un’ora dopo carico orale di glucosio, in aggiunta alle 2 misurazioni che abitualmente si eseguono (glicemia a digiuno e quella a 2 ore), consente di identificare persone a rischio di diabete tipo 2 che sarebbero altrimenti ignorate nel tempo e private di indicazioni utili a modificare lo stile di vita e a prevenire lo sviluppo della malattia. Il tutto con un test ambulatoriale, comunemente eseguito e dai costi assai limitati

Come avviene l’esame? Il test da carico di glucosio o curva glicemica viene realizzato misurando la glicemia di base e fatto due ore dopo l’ingestione di 75 grammi di glucosio. Per alcune donne (me compresa) bere il glucosio rappresenta uno sforzo, ma in ballo c’è la salute e ne vale la pena.

 

Photo Credits | Shutterstock / wavebreakmedia