Anche la depressione del papà può avere ricadute sui figli

di Redazione 1

Di depressione noi mamme parliamo tanto, specie di quella che fa la propria comparsa dopo il parto. Alcune di noi sanno molto bene, per averlo vissuto sulla propria pelle, quanto sia difficile affrontare questa situazione e quanto rischi, se non attenzionata a dovere, di danneggiare il rapporto madre-bambino e la salute futura di quest’ultimo.

Poco si parla invece della depressione che colpisce i papà la quale, per quanto non legata alla nascita del figlio rischia anch’essa di inficiarne lo sviluppo armonioso. A fare il punto sugli effetti della depressione paterna sulla salute del bambino ci ha pensato uno studio della New York University condotto su un campione vastissimo (22mila le famiglie americane coinvolte).

Secondo gli studiosi statunitensi, la probabilità di sviluppare problemi emotivi o comportamentali per un bambino il cui padre è depresso è abbastanza alta: il 15 per cento dei bambini e dei ragazzi fra 5 e 17 anni in questa situazione manifesta questo tipo di disagi.

Fondamentale quindi porre molta attenzione anche al benessere psichico di papà e riconoscere una volta per tutte il suo ruolo cruciale nella cura e nell’educazione dei figli un tempo considerate appannaggio esclusivo della madre. Sempre secondo gli studiosi della New York University non bisogna perdere di vista i fattori predisponenti che, ahinoi, accomunano i papà di tutto il mondo occidentale in questi tempi di crisi, economica e di valori.

Il più importante tra questi sembra infatti essere la perdita del lavoro e il sentimento di sfiducia e vulnerabilità che induce nel padre il quale, inevitabilmente, si riflette nel suo rapporto con la famiglia e con i figli che possono sviluppare vissuti di insicurezza davanti a una figura genitoriale che, proprio magrado, non è più capace di proporsi come punto di riferimento, ala protettiva.

La maggior parte delle teorie dello sviluppo infantile si concentrano pressochè esclusivamente sul ruolo della madre, relegando la figura paterna in secondo piano, nel migliore dei casi. Adesso sembra proprio che le cose debbano cambiare.

[Fonte]

Photo credit | Thinkstock