Clara, la bambina-miracolo guarita da leucemia e trisomia 21

di Redazione Commenta

bambina guarita leucemia trisomia 21

Clara è nata a Dublino, in Irlanda, il sette agosto del 2012 quando la sua mamma era in attesa di lei e del suo fratellino da sole ventotto settimane. Alla loro nascita la situazione è apparsa subito disperata e il suo gemello non ce l’ha fatta. La piccola Clara dal canto suo pesava poco più di un chilo, aveva gravi problemi agli occhi e al cuore e, come se questo non bastasse a mettere a repentaglio la sua vita, era affetta da leucemia e trisomia 21, sindrome di Down.I medici non avevavo dato ai suoi genitori grandi speranze ma si sono subito attivati per curarla: un farmaco antitumorale a soli due giorni di vita, un intervento laser per riparare ai danni agli occhi, un intervento chirurgico per salvare il suo cuoricino ferito da un buco congenito. Clara si rivela subito fortissima e reagisce bene alla somministrazione dell’antitumorale, inizia a prendere peso rendendo così possibili gli interventi successivi.

La vera sopresa per tutti, genitori e sanitari, però deve ancora arrivare: è il novembre del 2012, Clara ha tre mesi. La piccola viene sottoposta a nuove analisi per monitorare l’andamento della leucemia ma queste rivelano che la malattia del sangue è scomparsa senza lasciare traccia. Era una situazione transitoria, anche se i medici non sanno spiegare come possa essere accaduto.

Ma ancora più sorprendete si rivela l’esito del test genetico: l’analisi del dna della piccola non mostra alcun cromosoma 21 in più. La sindrome di Down è sparita anch’essa. A buon diritto Clara viene ribattezzata la bambina miracolo. Adesso la piccola è tornata a casa e sta bene. Cresce a meraviglia e, assicura la mamma, è vivace e felice.

[Fonte]

Photo credit | Think Stock