Il ciuccio: un amico per te e per tuo figlio

di Redazione 3

ciuccio-neonato-come-abituarloGià ti abbiamo parlato diverse volte del ciuccio, ti abbiamo descritto le varie tipologie e ti abbiamo spiegato come cercare di toglierlo, oggi invece voglio parlarti del perché dare il ciuccio a tuo figlio e il modo per cercare di convincerlo a prenderlo. In molti ti diranno che il ciuccio è solo un brutto vizio e che è meglio evitare di proporlo, io invece da mamma ti dico che il ciuccio è un importante alleato per te e un amico per il tuo neonato.

I miei bambini hanno preso il ciuccio veramente presto, sono usciti dall’ospedale che già lo succhiavano e lo hanno lasciato intorno ai due anni e mezzo. Il succhiotto prima di tutti è una forma di consolazione per il neonato, uno strumento per tranquillizzarlo quando da piccolissimo soffrirà di colichette ma anche un’arma per cercare di regolarizzare le poppate durante i primi tempi dell’allattamento. Infatti quando durante i primi mesi il tuo piccolo chiederà continuamente il seno, il ciuccio ti servirà per calmarlo e per prendere tempo fino alla poppata successiva.

Molte mamme sostituiscono il ciuccio con il biberon di camomilla, cosa non proprio corretta, in quanto provoca dei comportamenti controproducenti, ad esempio nel momento della nanna dare il biberon fa abituare il piccolo a bere prima e durante il sonno, un vizio che si porterà anche più avanti e che lo abituerà a svegliarsi durante la notte chiedendoti l’acqua. Il ciuccio invece può essere usato per fare addormentare il piccolo a patto che poi gli venga tolto appena abbia preso sonno, in questo modo si eviterà il problema del piccolo che lo perde durante la notte e si sveglia per richiederlo.

Ti starai chiedendo, non è meglio che si succhi il dito? No, assolutamente no. Intanto i ciucci che ora sono in commercio sono quasi tutti anatomici e hanno una forma che minimizza la deformazione del palato, mentre il pollice è più grande di dimensioni e non possiede la forma adatta e dunque è dannoso. E poi quando deciderete di togliergli il vizio di succhiare, il ciuccio, anche se a fatica, gradualmente riuscirete a levarlo, il dito essendo sempre a disposizione sarà una tentazione a cui tuo figlio non saprà resistere.

Ma allora come insegnare al tuo piccolo a prendere il ciuccio? Con tanta pazienza e provando diversi tipi di ciucci, anche se per l’inizio il classico gommotto in cauccio dovrebbe essere il modello migliore. Mai intingere il succhiotto nello zucchero o nel miele, serve solo a dare una cattiva abitudine al piccolo, abituandolo prima del tempo ai sapori dolci. Ovviamente all’inizio lo rifiuterà visto che succhiando non sentirà uscire alcun liquido ma con il tempo, a volte molto tempo, riuscirai a farglielo accettare.

Credimi ho visto troppe mamme impazzire nel cercare di calmare i loro figli presi da pianti inconsolabili o disperate nel cercare di addormentare un bimbo non abituato al ciuccio. E poi anche noi mamme abbiamo diritto a qualche trucchetto per gestire i nostri figli!