Come mettere le cinture di sicurezza dell’auto in gravidanza

di Redazione 2

cinture di sicurezza in gravidanza

Generalmente si pensa che mettere la cintura di sicurezza dell’auto mano a mano che il pancione cresce sia pericoloso per il feto: bene, è una convinzione assolutamente sbagliata, tutto dipende dal mondo in cui la cintura viene messa. Chiariamo subito una concetto: la cintura di sicurezza in auto va sempre indossata e a maggior ragione durante la gravidanza proprio per proteggere mamma e bambino in caso di incidenti stradali, anche leggeri.

Il modo corretto di usare le cinture di sicurezza è sistemarle più in basso del pancione e mai sopra; la parte orizzontale della cintura delle passare sotto la pancia e la parte trasversale in mezzo al seno. La cintura deve essere regolata in modo che la mamma si senta comoda, e che, allo stesso tempo, il meccanismo di blocco non scatti all’improvviso senza motivo. Se ciò non fosse possibile, sarebbe opportuno dotarsi di cuscini di blocco che portano la cintura sotto la pancia, soprattutto se è proprio la mamma a guidare, perché in questo modo non viene intaccata la libertà di movimento della guida, pur garantendo la massima sicurezza.

Secondo la legge n. 284 del 4 agosto 1989, le donne in gravidanza devono mettere la cintura di sicurezza, e ne sono esenti solo coloro in possesso di un certificato del ginecologo che attesti il rischio dell’uso delle cinture. La cintura di sicurezza è talmente importante per le donne in gravidanza che i certificati di esenzione emessi sono molto pochi, tanto più che la responsabilità è esclusivamente del medico a cui risponde personalmente in caso di incidente.