Cancro al collo dell’utero, il nuovo test è efficace al 100%

di Fabiana Commenta

Un nuovo test in grado di individuare quasi con assoluta certezza al 100% tutti i tumori della cervice uterina, anche quelli più difficili da diagnosticare. 

Lo studio pubblicato sulla rivista International Journal of Cancer e condotto dagli scienziati della Queen Mary University di Londra e del BC Centre for Disease Control di Vancouver, conferma che il nuovo test sarebbe decisamente più efficace rispetto al tradizionali test in circolazione. 

Da una parte il pap test che, mette in evidenza solo il 50% delle lesioni precancerose e dall’altra il test per la ricerca del Papillomavirus, un metodo di screening cervicale più accurato, che va ad individuare la presenza del Dna del Papillomavirus umano, ma che in realtà riesce a individuare solo se le donne siano state infettate o meno dal virus, senza invece fornire informazioni sul reale rischio di presenza cancro al collo dell’utero. 

Il nuovo test invece sarebbe completo e accurato: esamina i marcatori chimici che si trovano sul Dna e che ne costituiscono il profilo epigenetico. Lo studio ha proprio messo in evidenza che è l’epigenetica, e cioè la modalità con cui i geni sono espressi e non tanto le mutazioni del Dna a causare una serie di tumori precoci.

Il nuovo test al momento è stato monitorato in uno studio clinico condotto su 15.744 donne canadesi insieme al tradizionale Pp-test e al test per l’Hpv. 

E i dati della sperimentazione hanno dimostrato che il nuovo esame sia decisamente più ccurato rispetto agli altri due metodi diagnostici visto che è riuscito ad individuare il 100% degli otto tumori della cervice uterina che si sono sviluppati nei cinque anni successivi all’inizio della sperimentazione. 

In un sottogruppo di 257 donne che sono invece risultate positive all’Hpv, il test è riuscito a individuare il 93% delle lesioni pre-cancerose e il Pap test soltanto il 61%, la combinazione tra Pap test e test HPV l’86%. 

Percentuali alla mano, il nuovo test potrebbe rivelarsi decisivo  perché consentirebbe di diagnosticare con un minor numero i esami e in modo più accurato, eventuali tumori. 

PAP TEST IN PENSIONE, ARRIVA IL TEST HPV

photo credits | think stock