Il box: un amico per mamme e bambini

di Redazione Commenta

Sarà capitato a tutte le mamme di dover svolgere alcune faccende domestiche con il proprio bambino in braccio che non voleva saperne di dormire o di rimanere tranquillo nel passeggino. Un alleato molto prezioso in questi casi è il box. Il box è un accessorio davvero utile che consente al bambino di avere uno spazio sicuro e protetto in cui stare da solo e giocare in piena tranquillità. Nel box, infatti, il bambino è sereno, ha con se i suoi giocattoli ben selezionati dalla mamma e non può uscire da solo senza l’aiuto dei genitori. Questo permette a mamma e papà di svolgere tutte quelle attività che non consentono di seguire costantemente il proprio bambino. Il box, inoltre, è molto utile anche per il bimbo che vi impara a gattonare, ad alzarsi in piedi solo, a parare le cadute con le braccia, ad arrampicarsi e, perchè no, a fare i primi passi. Non bisogna, però, abusarne: il box non deve diventare una prigione dove i genitori rinchiudono il proprio bebè troppo spesso o troppo a lungo. Il bambino, infatti, deve essere lasciato anche libero di esplorare l’ambiente circostante per favorire il suo corretto sviluppo psico-motorio.

In commercio esistono box di ogni forma e dimensione in grado di soddisfare tutte le esigenze. Quello che è importante al momento dell’acquisto è controllare che il box sia dotato di un’ottima stabilità, che abbia le sponde alte almeno 60 centimetri, che il rivestimento dei bordi, del fondo e delle giunzioni sia ben imbottito, realizzato in materiali atossici e completamente lavabile e che il fondo sia resistente. L’utilizzo del box è consigliato a partire dai 6 mesi di età. E’ da questa età, infatti, che entra nel vivo lo sviluppo motorio del bambino: il piccolo inizia a stare seduto da solo, inizia a gattonare, a fare i primi passi e, infine, a camminare. Proprio in questo periodo aumenta, in proporzione all’indipendenza del bambino, il rischio di incidenti e cadute e il box può rivelarsi un valido aiuto.

L’inserimento del bambino nel box deve avvenire in modo graduale e bisogna fare attenzione che non venga percepito come una prigione punitiva. Inizialmente, è consigliabile far entrare il bambino nel box solo per pochi minuti senza allontanarsi da lui. Con il tempo, quando il bimbo impara a familiarizzare con il box è possibile allontanarsi un po’ e per poco tempo. Se al bambino non piace stare nel box è importante non forzarlo e riprovarci successivamente. Per aiutare il bambino ad accettare il suo nuovo spazio, può essere utile rendere accogliente il box con giocattoli adatti al bimbo e in grado di stimolare la sua curiosità.