Allergia agli acari nei bambini: come riconoscerla e quali sono i rimedi

di Gianni Puglisi Commenta

Il miglior modo per non soffrire di allergia agli acari, secondo Lofarma

lofarma

L’allergia agli acari è molto comune nelle persone. Spesso si cerca di rimediare in diversi modi, cambiando spesso il materasso e utilizzando una fodera antiacaro. Anche le pulizie approfondite possono essere molto utili per combattere l’allergia agli acari.

Come abbiamo già anticipato gli acari si annidano nel materasso, ma spesso si fa fatica a riconoscere l’allergia agli acari e si tenta di combattere il problema in diversi modi. Vediamo insieme come riconoscere l’allergia agli acari e come combatterla.

Nei bambini, in particolare, i sintomi dell’allergia tendono ad acuirsi soprattutto al mattino, con gli acari della polvere che vivono – nel loro habitat naturale – a contatto con materasso e cuscino.

Allergia agli acari: come riconoscerla nei bambini

Chi soffre di allergia agli acari della polvere solitamente si sveglia con un senso di stanchezza, difficoltà a respirare e continui starnuti. Gli acari della polvere sono insidiosi e possono provocare allergie anche nei bambini. Di solito i sintomi perdurano durante tutto il giorno, ma tendono a intensificarsi al mattino.

Gli acari si annidano nei materassi, ecco perché è molto importante evitare il contatto e trovare soluzioni adatte per migliorare anche la qualità del sonno.

I sintomi più ricorrenti in caso di allergia agli acari sono starnuti frequenti, naso chiuso, lacrimazione al risveglio, difficoltà respiratoria o respiro sibilante. A volte l’allergia agli acari può comportare anche la tosse.

L’allergia agli acari non è da sottovalutare, perché può col tempo diventare un problema più grave: asma. Questo è da tenere sotto controllo in particolar modo in età infantile. I bambini che soffrono di allergia agli acari rischiano più degli adulti e possono sviluppare l’asma molto presto. Per questo motivo è molto importante prevenire e trovare soluzioni contro gli acari, in modo da alleviare i sintomi.

Ora che abbiamo scoperto i sintomi dell’allergia, vediamo insieme quali sono i rimedi per l’allergia agli acari della polvere.

Allergia agli acari,  i rimedi di Lofarma: Aclobed

L’allergia agli acari colpisce moltissime persone, non soltanto i più piccoli. È un problema così comune che spesso viene trascurato, ma se non si trova un rimedio l’allergia agli acari può tradursi in asma e creare problemi respiratori.

Per rimediare bisogna innanzitutto pulire in modo molto approfondito il materasso e i cuscini. Tuttavia una pulizia a fondo non basta.

Ecco perché spesso e volentieri si può ricorrere a metodi che impediscono di venire a contatto con gli acari e il coprimaterasso è molto utile per creare una barriera tra voi e gli acari della polvere. In particolare, si può usare il coprimaterasso antiacaro Lofarma per proteggersi dalla fonte dell’allergia ed evitare così il contatto. In questo modo si riducono a zero i fastidiosi sintomi.

La fodera antiacaro Lofarma è in polipropilene e poliestere, per questo è in grado di isolare e proteggere il letto, qualunque sia il materiale del materasso: lana, lattice o poliuretano. Non esistono materassi antiacaro, perché ogni materiale può essere infestato da acari e provocare problemi. Creando una barriera tra la vostra pelle e il materasso con gli acari si riesce a ridurre la carica allergenica e azzerare i sintomi dell’allergia.

In questo modo si favorisce un sonno migliore e aumenta la qualità di vita.