Eva-Test: un test per l’ovulazione con la saliva

 
Martina
23 gennaio 2010
Commenta

eva test ovulazione Eva Test: un test  per lovulazione con la saliva

Vi parlo di Eva – Test, un test di ovulazione basato sulla saliva. Sì, avete capito bene: usando una goccia di saliva questo test sembra essere in grado di determinare l’inizio del periodo di ovulazione. In che modo? Un sensore analizzerà gli estrogeni presenti nella saliva. Non si tratta quindi di una tecnica invasiva e può essere usato da qualsiasi donna anche in presenza di ciclo irregolare.

Eva-Test è un vero e proprio computer che vi permette di monitorare l’andamento del vostro ciclo confrontando nel corso di ogni test i valori degli elementi presenti nella saliva con i vostri parametri personali memorizzati in fase di calibrazione. Eva-Test è infinitamente riutilizzabile per cui non dovrete sostenere alcun costo dopo il suo acquisto

Prima di iniziare ad usare Eva-Test dovrete calibrarlo con la vostra saliva.

La calibrazione è un’analisi della saliva che viene fatta una volta tra il secondo e il quinto giorno del ciclo e che permette all’Eva-Test di memorizzare i vostri valori di riferimento. Grazie al fatto che i risultati dei singoli test effettuati nel corso del ciclo vengono confrontati soltanto con i valori ottenuti in fase di calibrazione, è possibile utilizzare l’Eva-Test anche in presenza di cicli molto irregolari

Questo strumento è stato creato da alcuni scienziati russi e la sua efficacia (stando a quanto contenuto all’interno del sito) si attesta al 99,6%. Sono disponibili due diversi modelli: con o senza display. Nel caso di acquisto di Eva-Test senza display il costo è di euro 199,00 o di euro 189,00 (a seconda del metodo di pagamento); se invece preferite acquistare Eva-Test con display il costo sarà di euro 299,00 o euro 289,00 (anche in questo caso in funzione del metodo di pagamento).

Sembrerebbe (il condizionale è d’obbligo) che questo test possa anche prevedere il sesso del nascituro e questo a seconda del momento dell’ovulazione in cui si concepisce, infatti come già vi abbiamo detto in questo articolo

Gli spermatozoi portatori del cromosoma Y (maschile) sono più rapidi ma vivono meno dei cromosomi portatori del cromosoma X (femminile). Se la fecondazione avviene il giorno dell’ovulazione o immediatamente dopo vengono quindi favoriti gli spermatozoi “maschi”, che sono più veloci. Al contrario, se la fecondazione avviene dopo l’ovulazione, saranno riusciti a sopravvivere solo gli spermatozoi più resistenti cioè quelli portatori del cromosoma “femmina” .

Inoltre sembra essere un valido aiuto anche nel caso in cui si debba monitorare il ciclo mestruale.

Per maggiori informazioni potete consultare il sito web Eva-Test.

Articoli Correlati
YARPP
Calcolo dell’ovulazione, nuovi e vecchi metodi

Calcolo dell’ovulazione, nuovi e vecchi metodi

Il calcolo dei giorni fertili di una donna non può, purtroppo, basarsi su precise formule matematiche. Esistono però diversi metodi che consentono di individuare il particolare periodo del ciclo in […]

Celiachia, un test non invasivo per la diagnosi infantile

Celiachia, un test non invasivo per la diagnosi infantile

Un gruppo di pediatri de’ La Sapienza di Roma, guidati dalla dottoressa Margherita Bonamico, ha messo a punto una procedura che promette di essere efficace per la diagnosi e la […]

Calcolo dell’ovulazione

Calcolo dell’ovulazione

Quali sono i giorni migliori per concepire un bambino? Per scoprirlo inserisci i dati del tuo ciclo nel contatore qui sotto. Il calendario dell’ovulazione ti mostrerà subito quali sono i […]

I sintomi dell’ovulazione

I sintomi dell’ovulazione

Come abbiamo in parte già visto, esistono molti modi per individuare i giorni fertili e quindi il momento esatto del ciclo mestruale in cui abbiamo maggiori probabilità di ottenere una […]

Un nuovo test per sapere se si è fertili

Un nuovo test per sapere se si è fertili

Direttamente dall’Australia ecco un nuovo test piuttosto rivoluzionario; si chiama Egg-timer e in maniera veloce permette di sapere se, come, quando e quanto si è fertili. Non dimentichiamo che sebbene […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento