Giocare con i bambini: da 1 a 2 anni

 
Chiara R
11 aprile 2011
Commenta

I giochi dei bambini non sono dei giochi, bisogna invece valutarli come le loro azioni più serie“: cosi diceva Montaigne parlando dell’importanza del gioco per i bambini. Giocare, infatti, è per i bambini e per la loro crescita psico-fisica, un’attività fondamentale. Attraverso il gioco i bambini imparano: conoscono il mondo che li circonda, come funzionano gli oggetti e interiorizza regole e divieti. Il gioco cambia a seconda dell’età del bambino e va di pari passo con lo sviluppo fisico e psicologico del bambino.

Intorno all’anno di età l’attività ludica permette al vostro bambino di sperimentare e accrescere le sue capacità fisiche, cognitive e relazionali che sono strettamente collegate tra loro. In questa fase, il vostro bimbo predilige i giochi fisici come giocare con la palla o battere le mani ma ama anche giocare con le costruzioni.

Manipolare i mattoncini e metterli uno sull’altro stimola la fantasia, la creatività, la logica e la spazialità del vostro bambino. Incoraggiate il bimbo nel gioco ma cercate di resistere alla voglia di aiutarlo e di sostituirvi a lui nella realizzazione di piccole opere d’arte. Verso i 18 mesi, il bambino è concentrato esclusivamente su se stesso e non ha ancora la piena percezione dell’altro. Non stupitevi, quindi, se il vostro bimbo strappa dalle mani di un altro bambino un gioco. Aiutatelo, piuttosto, a sviluppare le proprie capacità relazionali e sociali attraverso giochi in cui bisogna fare a turno. Molto importanti, in questo stadio, sono anche le filastrocche e le canzoni che aiutano il bambino a sviluppare il linguaggio e la comunicazione. A due anni di età, il bambino inizia a cimentarsi in giochi più complessi come quelli di ruolo o quelli costruttivi. Stimolate ed incoraggiate il vostro bambino attraverso il disegno e la pittura o i giochi in cui deve far finta di essere qualcun altro (mostro, principessa, supereroe,ecc..). In questo modo il vostro bambino impara che esiste l’altro e che può essere diverso da lui.

Articoli Correlati
YARPP
Il desiderio più grande dei bambini è giocare liberi all’aperto

Il desiderio più grande dei bambini è giocare liberi all’aperto

  I bambini non hanno grandi sogni, si accontentano delle piccole cose. Non pensano al valore di un giocattolo, ma quanto sia divertente. Sono più attratti da un sacchetto di […]

Come giocare a Memory

Come giocare a Memory

Chi non ricorda Memory, il gioco delle carte per allenare la memoria? È davvero un passatempo per bambini storico, oltre che molto attuale.  Se avete desiderio di far divertire i […]

Giocare con i bambini: da 0 a 9 mesi

Giocare con i bambini: da 0 a 9 mesi

Tutte le mamme lo sanno:  il gioco è un momento fondamentale per lo sviluppo psico-fisico dei bambini. Il gioco, infatti, permette ai bambini di conoscere, divertendosi, oggetti, ambienti e persone […]

Bambini, l’importanza di giocare con i coetanei

Bambini, l’importanza di giocare con i coetanei

Non è mai troppo presto per insegnare ai nostri figli ad apprezzare la compagnia dei coetanei; questo anche se vi sembra che al piccolo non importi poi più di tanto […]

Giochi per bambini da tre a sei anni

Giochi per bambini da tre a sei anni

Nella fascia di età che va all’incirca dai tre ai sei anni il bambino comincia a “giocare con molto impegno” e sperimenta, se già non lo ha fatto al nido, […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento