Bambini: chi gesticola molto è più intelligente e ragiona meglio

di Chiara R 3

Prima di iniziare a parlare, i bambini, anche quelli più piccoli, utilizzano i gesti per comunicare con il mondo esterno e per far capire le proprie esigenze. Con il tempo, il gesticolare con le mani diventa per molti, grandi e piccini, un’abitudine di cui non si può fare a meno. In passato il “parlare con le mani” era considerato sinonimo di maleducazione ed ignoranza tipico di coloro che non sapevano esprimersi senza l’ausilio dei gesti. Studi scientifici, invece, hanno sfatato questo mito sostenendo che gesticolare con le mani è, anche nei bambini, un segno di intelligenza acuta. Gesticolare aiuta i bambini a pensare meglio, a concentrarsi, a ragionare e a memorizzare concetti importanti. Uno studio dell’Università di Pittsburgh, dell’Università di Chicago e del CNR ha dimostrato, inoltre, che i bimbi che gesticolano sono avvantaggiati anche nell’apprendimento e nello sviluppo linguistico complessivo e, crescendo, hanno a disposizione un vocabolario più ricco rispetto ai loro coetanei che non gesticolano.

Un’altra ricerca dell’Università di Chicago ha mostrato come non sia vero che a gesticolare sono solo i bambini appartenenti a famiglie di bassa estrazione sociale. Lo studio ha analizzato 50 famiglie con un bambino di un anno di età appartenenti a diversi ceti sociali. Dall’analisi dei dati raccolti dai ricercatori, è emerso che i bambini delle famiglie di estrazione sociale alta hanno manifestato una gesticolazione più attiva e vivace rispetto ai loro coetanei appartenenti a ceti medio-bassi. Nello specifico, in una sessione di 90 minuti, i ricercatori hanno registrato 24 significati gestuali nei bimbi di ceto elevato contro i 13 dei bambini di ceto basso.

Gesticolare non aiuta solo ad esprimersi meglio ma anche ad imparare ed immagazzinare nella memoria concetti e nozioni nuove. A dimostrarlo è uno studio della psicologa Susan Wagner Cook. I ricercatori hanno analizzato due gruppi di bambini che frequentavano le scuole elementari e a cui sono stati assegnati alcuni difficili compiti di matematica. Ai bambini del primo gruppo è stato concesso di gesticolare liberamente mentre a quelli del secondo gruppo è stato impedito di muovere le mani. Dall’analisi è emerso che i bimbi che hanno potuto gesticolare hanno risolto gli esercizi prima e meglio degli altri bambini.

La gestualità, quindi, è fondamentale per il corretto sviluppo linguistico e cognitivo dei bambini!