Il bambino sa parlare ma si rifiuta, che fare?

di Redazione 8

bambino non vuole parlare

Alcuni bambini si rifiutano di parlare anche quando sono perfettamente in grado di farlo e la loro mamma lo sa per certo. L’atteggiamento a cui ci riferiamo dunque non ha nulla a che vedere con eventuali problemi o ritardi di linguaggio ma dipende unicamente da un vezzo del piccolo che per ottenere ciò che vuole indica gli oggetti e tira per la giacca.

In questi casi ignorare il piccolo o fingere di non capire le sue richieste non è sempre opportuno mentre lo è sicuramente ricorrere al dialogo perchè comprenda che la comunicazione verbale è importantissima non solo per far capire agli altri i propri bisogni ma anche per comunicare i propri pensieri e stati d’animo.

Quando il piccolo indica un oggetto che desidera avere o un luogo dove desidera andare, per esempio, prima di soddisfare la sua richiesta soffermatevi un attimo a parlare con lui/lei per dirgli proprio questo e fargli presente che non sempre vi è possibile capire cosa desidera da voi se non lo esprime chiaramente a parole. Non dimenticate mai di fargli i complimenti invece quando si decide a parlare.

Se alle vostre spiegazioni e cortesi richieste di esprimersi a parole non segue proprio alcun risultato, allora potete pensare di rifiutarvi di rispondere allo strano modo del piccolo di attirare la vostra attenzione o raggiungere i propri obiettivi. Inoltre siate voi stessi a dare il buon esempio non solo parlandogli spesso ma anche sollecitandolo a fare altrettanto con voi.

Naturalmente il mutacismo del bambino potrebbe dipendere da una certa dosa di timidezza ma in questo caso è più facile che rifiuti di parlare in presenza di estranei piuttosto che quando si trova solo in casa con voi; è il caso allora di pazientare ed essere delicati sostenendo e incoraggiando il bambino in questo tipo di situazione senza mai forzarlo.