Le uova in gravidanza proteggono il bambino da malattie croniche e metaboliche

di Redazione Commenta

Le uova sono un alimento che fanno sempre un po’ discutere. C’è chi le considera un’ottima alternativa alla carne, chi invece crede siano solo un pericolo per il colesterolo. Come sempre, mangiate in modo equilibrato fanno molto bene all’organismo, anche in gravidanza. Ma c’è di più. Secondo un nuovo studio condotto dai ricercatori della Cornell University (Usa), la colina previene lo sviluppo di malattie croniche e metaboliche.

La colina è una sostanza presente nelle uova (chiamata anche vitamina j), ma non solo. Si trova anche nella soia, nella lecitina, nel fegato di vitello e di tacchino, nei legumi, nei cavoli e nel cavolfiore.  Questo prodotto previene malattie gravi, nel bambino, come il diabete e l’ipertensione. Ovviamente, fa molto bene anche alla mamma, perché riduce gli stati di ansia e stress, molto tipici della gravidanza, ma anche la depressione.

Per giungere a questa tesi, riporta LaStampa, gli esperti hanno “reclutato” 24 donne incinte al terzo mese. Le signore, divise in due gruppi, hanno assunto colina in dosi differenti per tre mesi prima del parto: 12 prendevano 480 mg di colina al giorno, le altre 930 mg. Il risultato? Le signore che hanno preso la dose maggiore hanno mostrato di avere livelli di cortisolo nel cordone placentare e variazioni nei geni atti alla regolazione del cortisolo sia nel tessuto placentare che fetale.

Infine, un’ultima riflessione. Secondo gli esperti, la colina svolge un’azione benefica sullo sviluppo cerebrale del feto e del bambino. È molto importante quindi stare sempre attentissime alla dieta, prima e anche dopo e  la nascita del piccolo. L’alimentazione della mamma assicura la salute al proprio piccolo e le donne che prendono colina nella quantità corrette hanno meno possibilità di avere piccoli con difetti del tubo neurale. Per citare una malattia nota, previene anche la spina bifida. E poi protegge anche dal tumore al seno.

Photo Credit| ThinkStock