Tagesmutter, ovvero la Casa Nido

di Redazione 5

tagesmutter

Qualche giorno fa vi abbiamo parlato del micronido come alternativa all’asilo tradizionale; oggi vi proponiamo un’altra soluzione, cioè quella offerta dalle tagesmutter. Tagesmutter è una parola che viene dal tedesco che significa “mamme di giorno” e che indica un servizio che una mamma, o una baby sitter di professione, dopo aver seguito dei corsi organizzati dai Comuni, offre per accudire ed allevare bambini di un’età compresa tra gli 0 e i 6 anni.

Il servizio, che in Italia prende il nome di Casa Nido, viene offerto presso l’abitazione della mamma che lo fornisce; l’orario nel quale la mamma si occuperà del bambino è molto flessibile, perché saranno i genitori del piccolo a decidere per quanto tempo resterà presso la Casa Nido, che tra l’altro, ha il vantaggio di essere molto vantaggiosa a livello economico rispetto ad un asilo tradizionale.

Le normative relative alla Casa Nido variano a seconda dei Comuni, ma in linea di massima sono richiesti 4 mq di spazio a bambino e un numero massimo di 5 piccoli frequentanti.

Oltre ai vantaggi relativi all’orario flessibile e ai costi contenuti, che comunque sono molto importanti, c’è da segnalare anche quello legato all’ambiente: in una Casa Nido si respira un’aria familiare e domestica, che può contribuire ad attutire il senso di distacco dai genitori che subisce il piccolo al momento dell’inserimento all’asilo.

Nonostante tutti i vantaggi della Casa Nido, questo sistema non è tanto diffuso in Italia, al contrario del resto d’Europa, dove le tagesmutter sono un figura ben consolidata; questa diffidenza è, forse, da imputare al fatto che le mamme italiane non si fidano a lasciare il proprio bambino alle cure di una persona che non sia un’educatrice professionista, oppure ritengono che le stanze di un appartamento non siano idonee ad ospitare un gruppo di bambini come quelle di un asilo tradizionale.