Quando fare il test di gravidanza con ciclo irregolare

di Redazione Commenta

Capire quale sia il momento giusto per fare il test di gravidanza in presenza di ciclo irregolare non è facile, ciò in quanto, per ovvie ragioni, non è possibile sapere con certezza quale sia il momento previsto per l’arrivo delle mestruazioni, il che rende tutto un po’ meno certo. Se il momento ideale per fare il test in caso di cicli regolari è da riscontrarsi nel secondo giorno di ritardo, come ben sappiamo ogni situazione rappresenta un caso a se stante ed avere fretta può portare al fatto di imbattersi nei falsi negativi, ovvero di essere incinte nonostante il test dica di no, il tutto perchè effettuato troppo presto.

Quando fare test gravidanza ciclo irregolare

Diciamo che, in via del tutto generale, il test andrebbe fatto ad un paio di settimane dall’ultimo rapporto considerato “a rischio”. Si ricorda come il test vada eseguito al mattino appena sveglie e a digiuno. Sarà bene anche avere evitato di bere durante la notte per facilitare l’individuazione dell’ormone beta HCG nell’urina, che al mattino è più concentrata.

Se le donne con ciclo mestruale regolare potranno effettuare il test ad un paio di giorni di ritardo, in caso contrario sarà bene aspettare qualche giorno in più: per andare sul sicuro considerate da 4 giorni ad una settimana. Nel caso in cui il test risulti negativo ma il ciclo mestruale tenda ancora a non arrivare potrete ripetere il test ad una distanza di 3-4 giorni dal primo.

Ricapitolando, quindi, in presenza di cicli irregolari si consiglia di considerare per l’effettuazione di un test che possa fornire un risultato il più preciso possibile, il ciclo più lungo dei mesi precedenti l’effettuazione del test. Nel caso in cui, come può accadere, non si sappia il giorno in cui dovrebbero avere inizio le mestruazioni, sarà bene aspettare circa 19 giorni dall’ultimo rapporto sessuale non protetto. Per approfondimenti leggete anche “Ritardo mestruale“.

Photo Credit | Thinkstock