Pediatra, da oggi c’è D2H – Dottore a Domicilio

di Mariposa Commenta

Le visite a domicilio dei pediatra di base sono praticamente un lontano ricordo della nostra infanzia. Noi in pigiama, la nonna con gli asciugamani freschi per il bucato e la paura del bacchettino con cui ci guardava la gola. Tutto molto semplice e anche molto efficace. I genitori di oggi hanno due possibilità: andare dal pediatra con il bambino malato e fare code in attesa nella saletta, in compagnia di altri bambini malati, o andare al pronto soccorso (e fare la stessa cosa). Tutto ciò si può evitare con una visita privata. Non sapete chi chiamare? È nato D2H – Dottore a Domicilio, il nuovo servizio che permette di geo-localizzare il medico più vicino e richiedere immediatamente una visita ovunque ci si trovi.

dottore-a-domicilio-bimbo

Come funziona? Basta accedere al sito www.dottoreadomicilio.it e farsi localizzare (o inserire manualmente l’indirizzo dove è richiesta la visita) e in pochi secondi si è in grado di vedere tutti i medici nelle vicinanze. Pochi semplici passaggi per inoltrare direttamente al medico la richiesta.

Entro qualche minuto il dottore ci contatta telefonicamente, per verificare che non sia una urgenza che necessiti del pronto soccorso, e poi si reca all’indirizzo che gli abbiamo indicato. Comodo e pratico anche per richiedere una visita nel caso si sia lasciato il bambino malato ai nonni o alla baby sitter. La prenotazione costa 10 euro e il costo viene annullato se la visita dovesse essere eseguita.

Un soluzione sociale dunque ad un problema sociale: da una recente indagine sono infatti più di 16 milioni gli Italiani che ogni anno hanno difficoltà nel reperire un medico per una visita a casa. Mi raccomando questo è un servizio utile ma in caso n caso di situazioni urgenti (per esempio dolore toracico intenso, grave difficoltà respiratoria, paralisi, difficoltà nel parlare, sanguinamento, etc.) è sempre opportuno rivolgersi direttamente al 118 o recarsi al Pronto Soccorso più vicino.