Novembre, tre poesie del mese per i bambini

di Fabiana Commenta

Con il mese di novembre l’autunno entra nel vivo: le giornate si accorciano, le foglie cadono, le rondini partono per le loro migrazioni… ma come riuscire ad apprezzare anche le bellezza di un mese diverso rispetto ai colori smaglianti dell’estate?

poesie novembre, Poesie brevi sull'autunno per bambini

 

Ecco tre poesie per i bambini tutte da leggere e da imparare per poter apprezzare al meglio il mese di novembre. Leggiamo Autunno di Gianni Rodari, Il giorno diventò piccolo di Emily Dickinson, Rondini addio di Giovanni Pascoli. 

Autunno di Gianni Rodari 

Il fieno è falciato

il cacciatore ha sparato,

l’autunno è inaugurato:

Il grillo si è murato

nella tomba in mezzo al prato.

Il giorno diventò piccolo di Emily Dickinson

Il Giorno diventò piccolo, circondato tutto 

Dalla precoce, incombente Notte – 

Il Pomeriggio in Sera profonda 

La sua Gialla brevità distillò – 

I Venti smorzarono i loro passi marziali 

Le Foglie ottennero tregua – 

Novembre appese il suo Cappello di Granito 

A un chiodo di Felpa –

Rondini addio di Giovanni Pascoli

Dunque, rondini rondini, addio!

Dunque andate, dunque ci lasciate

per paesi tanto a noi lontani.

E’ finita qui la rossa estate.

Appassisce l’orto: i miei gerani

più non han che i becchi di gru.

Oh, se, rondini rondini, anch’io…

Voi cantate forse morti eroi

su quest’alba, dalla vostre altane,

quando ascolto voi parlar tra voi

una vostra lingua di gitane,

una lingua che più non si sa.

Oh, se, rondini rondini, anch’io…

O son forse gli ultimi consigli

ai piccini per il lungo volo.

Rampicati stanno al muro i figli

che alloro nido, con un grido solo,

si rivolgono a dire: si va?

Dunque, rondini rondini, addio!