Il momento giusto per partorire cambia da donna a donna

di Redazione 1

calcolo data parto

Qualsiasi gravidanza viene ritenuta a termine alla quarantaduesima settimana di gestazione. Termine ultimo a parte, si è sempre stimato che il momento migliore per partorire sia quello compreso fra la trentasettesima e la trentottesima settimana di gravidanza. In realtà però le cose non starebbero esattamente così, non per tutte le future madri. Infatti, secondo uno studio condotto presso l’Università di Cleveland e pubblicato sul Journal of Obstretics and Gynecology, il momento migliore per partorire varia da donna a donna e deve essere valutato caso per caso.

I ricercatori statunitensi, in particolare si riferiscono al momento migliore per ridurre il rischio di morte in utero e di morte neonatale ed hanno avviato lo studio basandosi sulla considerazione che il maggior rischio di nati morti rispetto alle morti neonatali si riscontra proprio nei parti avvenuti tra la trentasettesima e la trentottesima settimana di gravidanza. Il team coordinato dalla dottoressa Alicia Mandujano del MetroHealth Medical Center – Case Western Reserve ritiene che una gravidanza dovrebbe essere considerata a termine in base a valori ormonali e a eventuali fattori patologici materni e non basandosi sui calcoli standard validi per tutte.

Calcolare la data del parto in base a questi fattori e i rischi ad esso connessi settimana per settimana ridurrebbe di molto il rischio di gravidanze e parti ad esito infausto.

[Fonte]

Photo credit | Think Stock