Italia, più difficile fare la mamma in Campania

di Fabiana Commenta

In Italia si riesce a diventare mamme sempre più tardi e si deve rinunciare alla carriera se non si riesce a coniugare vita lavorativa e famiglia visti anche i carenti servizi per l’infanzia.

filastrocca primavera gianni rodari

Uno scatto ben poco edificante della maternità italiana effettuato dal briefing di Save the children “Le Equilibriste. La maternità in Italia”: le donne fanno il primo figlio a 31 anni, restano in cima alla classifica europea per anzianità, e il numero di figli per donna resta a 1,34, registrando nel tasso di natalità la nona diminuzione consecutiva dal 2008. 

Resta difficile però per le donne conciliare figli e lavoro. Il rapporto di Save the children, diffuso in occasione della Festa della mamma conferma anche che ci sia una certa diversità fra le varie regioni: è già facile diventare mamma nelle Province di Bolzano e Trento che sono al primo e secondo posto, seguite da Valle D’Aosta, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia e Piemonte.

Resta ancora una volta fanalino di coda della classifica, la Campania che è la regione più difficile per diventare mamma.

Molto più facile per le mamme che vivono nelle province autonome di Bolzano e Treno Campania.

Le mamme italiane hanno difficoltà a coniugare gli impegni di famiglia e la vita lavorativa: ecco anche perché diventano mamme più tardi e sono costrette a rinunciare alla carriera professionale quando si tratta di scegliere fra famiglia e lavoro e con il 37% delle donne tra i 25 e i 49 anni con almeno un figlio che risulta inattiva.

Tutto ciò a causa di una carissima rete per la prima infanzia e poco sostegno per le donne che vogliano diventare madri.

Il tasso di disoccupazione delle donne resta fra i più alti in Europa, ma anche la situazione delle diverse regioni non tende a subire variazioni sostanziali, con le Province autonome di Bolzano e Trento che restano sempre ai primi posti seguite da Valle D’Aosta (3° posto), Emilia-Romagna (4°), Friuli-Venezia Giulia (5°) e Piemonte (6°).

Bolzano e Trento mantengono il primato e registrano anche miglioramenti, come l’Emilia-Romagna che passa dalla prima posizione nel 2008 alla quarta nel 2018. La Campania è ancora fanalino di coda  insieme alla Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata.

FESTA DELLA MAMMA, DIECI FILM DA VEDERE

photo credits | think stock