Esiste una giusta differenza di età tra fratelli?

di Micol Commenta

fratelliIn questo caldo sabato di giugno mentre passeggiavo in un grande centro commerciale di Roma guardavo i miei figli e pensavo “mamma mia sono quasi gemelli!” ed effettivamente è così, tra i due ci sono solo 15 mesi, il che vale a dire che sono rimasta incinta della seconda quando il maschietto aveva solo sei mesi. Vi starete chiedendo, ma come mai ci sta raccontando tutto questo? Semplice, perché volevo parlare con voi della giusta differenza di età che ci deve essere tra due fratelli.

Dunque tra me e mia sorella ci sono ben 6 anni e devo dire che quando è nata ricordo ancora di essermi sentita spodestata dal mio “trono”, siamo state praticamente figlie uniche fino a quando ormai grandi, io frequentavo l’università già da un po’ e lei frequentava il liceo. D’altro canto il mio primogenito non si è goduto praticamente mai la mamma in esclusiva ma soprattutto è dovuto crescere in fretta nel ruolo di fratello maggiore. Se state sorridendo a questa mia affermazione estrema sappiate che è vera. Lui a un anno e mezzo già non andava più in passeggino, a 21 mesi è andato a scuola e noi comunque, sbagliando, da subito lo percepivamo come “il grande” della famiglia.

Fortunatamente non è mai stato geloso, o perlomeno non lo ha dato a vedere, ma io mi rammarico di averlo fatto crescere troppo in fretta, presa nell’accudire la sorellina piccola con tutti i piccoli e grandi problemi che ci ha fatto vivere dalla nascita. Oggi giocano, sembrano quasi coetanei e i problemi sembrano passati ma forse è davvero troppo poca la differenza di età che c’è tra loro due.

Ma poi penso più sono grandi e più sviluppano la gelosia, proprio come ho fatto io con mia sorella. E poi i bambini non sono tutti uguali, ci sono bimbi che esternano i loro malesseri (gelosia etc), altri che li tacciono, altri che li tramutano in aggressività ma in ogni caso la gelosia è insidiosa perché induce i bimbi a crearsi idee sbagliate (o forse non del tutto sbagliate) sulle dinamiche che si instaurano in famiglia con i fratelli e con i genitori.

E dunque? Secondo voi c’è un momento migliore per dare una compagnia al primo figlio? Oppure siete dell’idea che in ogni caso la gelosia è sempre in agguato?