Diventare mamma, all’età di 30 anni poi i figli sono più intelligenti

di pask Commenta

Pensate che ci sia un’età da rispettare per diventare mamma? Eppure, pare che chi ha un figlio a soli 30 anni può vantare un vantaggio non indifferente. Ovvero, che i figli saranno più intelligenti. Ovviamente, a dirlo è l’ennesima ricerca scientifica, che mette in mostra come tutte quelle donne che partoriscono a 30 anni, poi possono contare su dei figli decisamente più intelligenti.

Diventare mamma a 30 anni, ecco i vantaggi

Sembra, quindi, che la cosa migliore da fare sia quella di diventare genitori sulla soglia dei 30 anni e l’intelligenza dei figli sarà un aspetto molto importante. Una recente ricerca ha svelato come le donne che hanno un figlio a questa età potrebbero evitare qualsiasi problematica a scuola. Quindi, anche se in alcuni casi si pensa come sia eccessivamente presto, in realtà questa potrebbe essere l’età migliore.

L’istinto materno non si può certo allontanare oppure si può rimanere indifferenti. Diversi decenni fa, c’era un’altra visione della vita e sembrava quasi che i trent’anni fosse un’età avanzata per avere dei figli. I tempi cambiano e le tendenze pure. Tra l’altro, è decisamente cambiata anche l’aspettativa di vita ed è probabilmente questo uno dei motivi per cui si ritiene che fare un figlio a 30 anni sia “presto”.

In ogni caso, ci sono diversi aspetti positivi dell’affrontare una gravidanza nel corso dei primi trent’anni di vita. Almeno, stando a quanto è stato riportato da varie ricerche scientifiche, ci sono numerosi aspetti benefici. Lo studio che è stato portato a termine da parte della prof.ssa Alice Goisis, che lavora presso il Center for Longitudinal Studies, ha svelato tanti aspetti del tutto inediti nei confronti del parto a trent’anni.

Lo studio in questione è stato portato avanti nel Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università di Londra. L’analisi ha riguardato i bambini che sono nati da parte di donne che hanno più di 29 anni. Ebbene, proprio in tali neonati sono stati individuati dei risultati, sia dal punto di vista cognitivo che comportamentale, che sono nettamente più positivi in confronto alla media.

Una comparazione che è stata portata a termine con i bambini che sono nati da delle madri che hanno un’età tra i 25 e i 29 anni. La ricerca ha svelato anche un altro aspetto molto interessante, che riguarda una vita sentimentale e professionale molto più soddisfacente della vita di coppia. Di conseguenza, il fatto di aver trovato una maggiore stabilità economica porta la coppia ad avere senz’altro una felicità maggiore.