Bebè a costo zero. Un’idea regalo per future mamme

di Redazione 1

Siete alla prese con gli ultimi regali? Beate voi! Io devo ancora comprarli quasi tutti! Budget ridottissimo, davvero. Meno di cinque euro a regalo. Ma c’è una persona alla quale ho deciso di fare un presente più costoso: una mia cara amica che aspetta un bambino. Per lei ho pensato a qualcosina che possa esserle utile nel futuro immediato e che non è però un qualche prodotto per la cura del piccolo ma una guida per orientarsi nell’acquisto di tutto ciò che le serve e le servirà a questo scopo: un libro.

Si intitola Bebè a costo zero. Guida la consumo critico per neomamme e futuri genitori e l’autrice è la giornalista comasca, Giorgia Cozza che promette di insegnare (e a giudicare dalla anteprime che ho visionato mantiene la promessa) a chi è genitore da poco e a chi sta per diventarlo a non far mancare nulla al nascituro senza per questo spendere una fortuna e circondarsi di oggetti ingombranti.

Impresa più che possibile a patto di fare degli acquisti ragionati. D’altra parte la pubblicità martellante ci insegna che per rispondere a tutte le esigenze possibili e immaginabili del nostro amato cucciolo bisogna per forza acquistare qualcosa. Ma è davvero così? La palestrina, ad esempio, è così indispensabile o può essere sostituita da un bel piumino circondato da cuscini?

E il box? Non può essere sostituito da un angolo creato a misura di bambino? E il girello? A parte che alcuni esperti sono contrari all’utilizzo di questi due accessori (rallenterebbero i progressi motori), davvero non possiamo farne a meno e ricorrere ad alternative che non solo non tolgono nulla al benessere di nostro figlio ma anzi gli danno la possibilità di crescere ancora meglio?

Se state aspettando un bambino e volete conoscere le risposte a queste domande visitate il sito: Bambinonaturale.it

Photo credit | Thinkstock