Neomamme, ansia e frustrazione dalla lettura de manuali di puericultura

di Fabiana Commenta

Manuali su manuali per crescere al meglio i neonati? Meglio che le neo mamme si tengano alla larga da letture del genere che potrebbero finire per essere controproducenti finendo per aumentare il senso di inadeguatezza delle donne incidendo negativamente sul loro benessere. La conferma arriva da uno studio dell’università di Swansea, in Gran Bretagna condotto proprio per poter analizzare le influenze sul benessere delle neomamme da parte degli innumerevoli libri di puericultura che prolificano giorno dopo giorno.

mamma, Poesie sui bambini appena nati

Condotta dalla dottoressa Amy Brown, specialista di salute materna e infantile, ed effettuata su 354 madri con bambini di età compresa fra gli zero e i dodici mesi, la ricerca ha dimostrato che la metà delle mamme coinvolte ha provato maggiore ansia dopo la lettura dei libri manifestando sintomi depressivi, bassa autostima, ma anche paura di fallire. 

Insomma basa leggere manuali si puericultura con il rischio di ritrovarsi depresse visto che i risultati arrivati potrebbero non essere quelli sperati e con il bambino che magari si rifiuta di rispettare gli orari o dormire nella posizione consigliata. Potrebbe essere difficile per le mamme applicare le regole dei manuali anche perché  poi andrebbe effettuata la giusta distinzione fra la buona comunicazione e la comunicazione inadeguata.

E allora come informarsi, soprattutto in attesa del primo figlio? Meglio della lettura in solitudine che potrebbe provocare risultati frustranti, è consigliabile di partecipare a corsi di accompagnamento alla nascita, offerti gratuitamente nei consultori per ottenere la giusta preparazione. Diventa invece importante il confronto con la famiglia, il partner e anche con le altre mamme cercando di chiedere aiuto alle persone di maggiore competenza senza sentirsi inadeguate o sbagliate.

 

photo credits | think stock