Altruismo nei bambini, si insegna con le fiabe con protagonisti umani

di Fabiana Commenta

Trasmettere i valori dell’altruismo, delle generosità e della solidarietà? I bambini apprendono insegnamenti e valori del genere spesso e volentieri attraverso le fiabe e i racconti anche quando solo molto piccoli. Insomma prima si comincia e meglio è, ma è anche vero che è meglio che i protagonisti della storia raccontata siano personaggi umani e non animali: solo in questo modo i bambini che ascoltano i racconti riescono ad assimilare meglio e ad emulare quanto raccontato.

fiabe,

E i racconti con gli animali antropomorfi di Esopo? 

Sembra che a sfatare la loro totale utilità arrivi lo studio di un di gruppo di ricercatori dell’Università di Toronto pubblicato sulla rivista Developmental Science: certi che l’altruismo di impara da piccoli, i ricercatori avrebbero dimostrato anche che le fiabe con protagonisti umani sono più efficaci per poter veicolare il messaggio rispetto ai racconti con animali.

La ricerca è stata condotta su un gruppo di 96 bambini dai 4 ai 6 anni divisi in tre gruppi diversi. A ciascun gruppo sono state racontate storie di altruismo e condivisione in cui il personaggio principale era nei caci diversi, un umano, un animale, un animale con sembianze umane.

LEGGERE LE FAVOLE AI BAMBINI, TUTTI I BENEFICI

Prima dell’ascolto delle fiabe i ricercatori avevano poi invitato i bambini in una stanza invitandoli a scegliere tra 100 diversi adesivi colorati, dieci stickers preferiti spiegando che avrebbero anche potuto regalarli ad altri bambini.

E dopo l’ascolto delle fiabe in tre sezioni diverse, i ricercatori hanno chiesto ai bambini di mettere in una busta qualcuno degli stickers preferiti per donarli ad altri bambini.  A donare il maggior numero di stickers dimostrando di fatto di essere già altruisti rispetto agli altri, erano stati i bambini che avevano ascoltato le storie che vedevano come protagonista un personaggio umano. Insomma l’emulazione sarebbe importante anche nell’ascolto delle favole ragion per cui le fiabe con protagonisti umani avrebbero favorito l’immedesimazione dei bambini e la loro capacità di emulazione imparando anche l’altruismo.

photo credits | thinkstock