Malattie esantematiche, quinta e sesta malattia

di Redazione 3

sesta malattia

Il piccolo ha la febbre ed è ricoperto da macchioline rosse sul corpo? Potreste essere alle prese con la “vostra” prima malattia esantematica. Per stabilirlo con certezza ovviamente dovrete chiamare il pediatra; intanto però, tanto per non farvi trovare impreparate, vi sarà utile avere qualche informazione in più su due delle malattie esantematiche che più comunemente colpiscono i bambini: la Quinta e la Sesta Malattia.

Sesta malattia

La sesta malattia (Roseola infantum o Esantema critico) è una malattia infettiva che colpisce i bambini fra sei mesi e due anni. A causarla è l’Herpes virus umano di tipo 6 che si trasmette per via aerea attraverso sternuti e tosse. La sesta malattia ha un tempo di incubazione  di 9-12 giorni; quindi si manifesta con febbre alta (39-41°), malessere generale, gola arrossata e, a volte, vomito e/o diarrea per 3-4 giorni (Periodo pre-esantematico). E’ al termine del periodo febbrile che fanno la propria comparsa, sul corpo e sul collo, la caratteristiche macchie/papule di colore rosa che raramente si manifestano sul viso e mai su mani e piedi (Periodo esantematico). E’ infettiva nei giorni di febbre alta che precedono l’esantema.

Quinta malattia

La quinta malattia (Megaloeritema infettivo) è anch’essa una malattia infettiva (causata dal Parvovirus B19) che colpisce generalmente bambini e ragazzi fra 5 e 15 anni. Ha un tempo di incubazione che può variare da 1 a 20 giorni; esordisce con febbre leggera, naso che cola, mal di testa  e con un esantema rosso intenso sulle guance. Da due a quattro giorni dopo l’esantema fa la propria comparsa anche sul resto del corpo (tronco e arti) per dissolversi del tutto dopo 3-4 settimane; durante questo periodo è importante che il bambino non sia esposto al sole e non faccia bagni caldi prolungati. E’ infettiva solo nei giorni che precedono l’esantema per via aerea attraverso tosse e sternuti.

In entrambi i casi il pediatra prescriverà una terapia esclusivamente diretta ad alleviare sintomi influenzali e malessere generale, sia la Quinta che la Sesta malattia infatti regrediscono senza particolari cure.