Poesie di Natale, tre proposte per i bambini più grandi

di Fabiana Commenta

Si avvicina Natale e il momento di dedicarsi ai lavoretti da portare a casa: nelle classiche letterine spuntano buoni propositi e le tradizionali poesie. Ma quali poesie scegliere?

poesie natale, Alberi di Natale: lavoretti facili per bambini

Ecco tre proposte anche per i bambini più grandi. Proponiamo La nascita di Gesù di Rainer Maria Rilke, Nella notte di Natale di Umberto Saba, Il presepe di Salvatore Quasimodo.  

La nascita di Gesù

di Rainer Maria Rilke

Se in te semplicità non fosse, come 

T’accadrebbe il miracolo 

di questa notte lucente? Quel Dio, 

vedi, che sopra i popoli tuonava 

si fa mansueto e viene al mondo in te.

Più grande forse lo avevi pensato? 

Se mediti grandezza: ogni misura umana 

dritto attraversa ed annienta 

l’inflessibile fato di lui. Simili 

vie neppure le stelle 

hanno. Son grandi, vedi, questi re; 

e tesori, i più grandi agli occhi loro, 

al tuo grembo dinanzi essi trascinano. 

Tu meravigli forse a tanto dono: 

ma fra le pieghe del tuo panno guarda, 

come ogni cosa Egli sorpassi già. 

Tutta l’ambra imbarcata dalle terre più remote, 

i gioielli aurei, gli aromi 

che penetrano i sensi conturbanti: 

tutto questo non era che fuggevole 

brevità: d’essi, poi, ci si ravvede; 

ma è gioia – vedrai – ciò che Egli dà.

 

Nella notte di Natale

di Umberto Saba 

Io scrivo nella mia dolce stanzetta,

d’una candela al tenue chiarore,

ed una forza indomita d’amore

muove la stanca mano che si affretta.

Come debole e dolce il suon dell’ore!

Forse il bene invocato oggi m’aspetta.

Una serenità quasi perfetta

calma i battiti ardenti del mio cuore.

Notte fredda e stellata di Natale,

sai tu dirmi la fonte onde zampilla

Improvvisa la mia speranza buona?

E’ forse il sogno di Gesù che brilla

nell’anima dolente ed immortale

del giovane che ama, che perdona?

 

Il Presepe

di Salvatore Quasimodo 

Natale. Guardo il presepe scolpito
dove sono i pastori appena giunti
alla povera stalla di Betlemme.

Anche i Re Magi nelle lunghe vesti
salutano il potente Re del mondo.

Pace nella finzione e nel silenzio
delle figure in legno ed ecco i vecchi
del villaggio e la stalla che risplende
e l’asinello di colore azzurro

Pace nel cuore di Cristo in eterno;

ma non v’è pace nel cuore dell’uomo.

Anche con Cristo e sono venti secoli

il fratello si scaglia sul fratello.

Ma c’è chi ascolta il pianto del bambino

che morirà poi in croce fra due ladri?

POESIE DI GIANNI RODARI PER BAMBINI

photo credits | think stock