Carta Acquisti 2018, come funziona e come richiederla

di Emma Commenta

Si chiama Carta Acquisti è una carta che viene erogata ad anziani di età superiore o uguale ai 65 anni o a bambini con meno di tre anni anche se il titolare della carta sarà chiaramente il genitore: viene utilizzata come sostegno per la spesa alimentare, le spese sanitaria o per negozi che siano convenzionati e che sua abilitati al circuito Mastercard.

carta acquisti , bambini

La Carta ha un valore pari a 40 euro al mese e viene caricata ogni due mesi per un valore bimestrale di 80 euro. 

Per ridere la carta è necessario rispettare alcuni determinati requisiti ISEE: 

per i cittadini nella fascia di età dei minori di anni 3 e per i cittadini di età compresa tra i 65 e i 70, l’ISEE deve essere compreso entro i 6.863,29€.

per i cittadini nella fascia di età superiore agli anni 70, l’ISEE deve essere compreso entro i 6.863,29€ e l’importo complessivo dei redditi percepiti deve essere pari a 9.151,05€

La carta deve essere richiesta tramite gli appositi moduli che sono reperibili negli uffici postali e nei siti internet di INPS, POSTE ITALIANE, Ministero dell’Economia e delle Finanze e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Ecco i requisiti necessari per poter richiedere la carta per chi abbia bambini di età inferiore ai tre anni:

BONUS MAMMA 800 EURO, LA CIRCOLARE INPS 

◦ età inferiore a 3 anni;

◦avere una delle seguenti condizioni: essere in possesso della cittadinanza italiana / della cittadinanza di uno Stato appartenente all’Unione Europea / familiare di cittadino italiano, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente / familiare di cittadino comunitario, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente / cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo / rifugiato politico o titolare di posizione sussidiaria;

◦essere cittadino regolarmente iscritto nell’Anagrafe Comunale;

◦ avere un ISEE inferiore a 6.862,29 €;

◦non essere, da solo o insieme ai genitori (chi ha la potestà genitoriale):

◦i) intestatario/i di più di una utenza elettrica domestica;

◦ii) intestatario/i di più di una utenza elettrica non domestica;

◦iii) intestatario/i di più di due utenze del gas;

◦iv) proprietario/i di più di due autoveicoli;

◦v) proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 25%, di più di un immobile ad uso abitativo;

◦vi) proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 10%, di immobili non ad uso abitativo, inclusi quelli ubicati al di fuori del Territorio della Repubblica Italiana o di categoria catastale C7;

◦vii) titolare/i di un patrimonio mobiliare, come rilevato nella dichiarazione ISEE, superiore a 15.000 € ovvero, se detenuto all’estero e non già indicato nella dichiarazione ISEE, non superiore alla medesima soglia una volta convertito in Euro al cambio vigente al 31 dicembre dell’anno precedente la presentazione della dichiarazione ISEE.

È necessario consegnare i moduli compilati presso l’Ufficio Postale, che rilascerà una copia della richiesta: nel momento in cui la richiesta fosse accettata si riceverà una comunicazione presso il proprio indirizzo di residenza indicato una comunicazione con l’invito a recarti presso un Ufficio Postale abilitato, per il ritiro della Carta Acquisti elettronica. Per ulteriori informazioni è anche possibile contattare il numero verde 800.666.888.

 

photo credits | think stock