Adolescenti in sovrappeso perché mangiano come i bambini

di Redazione Commenta

Il metabolismo rallenta per tutti, prima o poi. Non è un meccanismo che dobbiamo ignorare, anzi. È importante guardare con una certa lucidità a questo problema fin da subito. E gli occhi vigili devono essere quelli dei genitori. I ragazzi e le ragazze, quando raggiungono la pubertà hanno un’inaspettata diminuzione del numero di calorie che bruciano a riposo. Questo può influenzare il sovrappeso che spesso si registra tra gli adolescenti.

Malattie sessualmente trasnesse

 

Tra il 2000 e il 2012, il team di ricerca della University of Exeter Medical School, ha analizzato i dati relativi a quasi 350 bambini del Regno Unito. Per ciascuno, ogni sei mesi, tra i 5 e 16 anni, sono stati misurati salute metabolica, misure corporee e attività fisica svolta. Si è così scoperto che il consumo calorico aumenta a partire dai cinque in poi, ma registra un improvviso calo con l’arrivo della pubertà.

Al punto che i quindicenni utilizzano da 400 a 500 calorie in meno a riposo al giorno rispetto a quando avevano 10 anni, pari a quante se ne brucerebbero con un’ora di Zumba. Inoltre esercitano meno attività fisica rispetto all’infanzia. Cosa particolarmente sorprendente in quanto si tratta di un periodo di rapida crescita, e la crescita in genere fa consumare molte calorie. L’autore principale Terence Wilkin ha commentato:

“Potrebbe essere che nel corso dei secoli ci siamo evoluti per risparmiare calorie, così da averne abbastanza per supportare le modifiche che il corpo deve sostenere durante la pubertà. Ma ora che si hanno sufficienti calorie ogni giorno, il calo del consumo si traduce in aumento di peso in eccesso”.

Si tratta di un dato davvero preoccupante, come riporta l’autorevole The International Journal of Obesity, considerando l’obesità una delle più gravi sfide a livello mondiale. La raccomandazione quindi non è quella di far partire la fame ai nostri figli adolescenti, ma di evitare le calorie in eccesso e quelle vuote.