leonardo.it

La maternità anticipata: quando e come è possibile richiederla

 
Micol
1 febbraio 2010
Commenta

congedo-maternità-anticipataOggi ho scelto di parlarti della maternità anticipata, potrebbe accadere che la tua gravidanza non segua il suo percorso fisiologico e sopraggiungano delle complicazioni che richiedano che tu ti possa assentare dal lavoro prima dei termini fissati dalla legge. Questi casi ovviamente sono previsti e regolamentati dal Ministero del Lavoro e segnalati nel secondo comma dell’articolo 17 del decreto legislativo 151/01 del Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità, in cui è prevista la maternità anticipata.

Ecco le condizioni per le quali è prevista la possibilità che tu ti astenga dal lavoro prima del tempo:

  • Se hai dei problemi di salute che mettono a rischio la gravidanza, per i quali è consigliato il riposo e che si aggraverebbero lavorando.
  • Se il lavoro o il luogo in cui svolgi la tua attività professionale non è salubre e mette a rischio la tua gravidanza.
  • Se svolgi dei lavori pesanti (alzare pesi, esposizione a sostanze chimiche dannose) e non puoi essere spostata di settore o di mansione.

Nel caso in cui tu debba richiedere la maternità anticipata sarà necessario seguire un determinato iter che prevede:

  • La presentazione della richiesta di maternità anticipata alla direzione provinciale del lavoro competente per territorio allegando il certificato di gravidanza e il certificato medico, rilasciato dal ginecologo di fiducia, che attesti l’esistenza dei problemi elencati prima. Il certificato rilasciato dal ginecologo deve anche contenere le seguenti informazioni: la data presunta del parto, l’ultima mestruazione, la richiesta di assoluto riposo e la patologia relativa alla gravidanza,
  • la direzione provinciale del lavoro ti rilascia una ricevuta in duplice copia (una per il datore di lavoro) in cui attesta la tua richiesta di maternità anticipata,
  • entro 7 giorni avviene l’approvazione della domanda di maternità anticipata.

In ogni caso, se dovessi richiedere il congedo anticipato di maternità non comprometterai in nessun modo l’anzianità di servizio o le ferie maturate. Inoltre durante la maternità anticipata il tuo datore di lavoro ti dovrà corrispondere l’intera cifra del tuo stipendio.

Articoli Correlati
YARPP
Gravidanza a rischio: le nuove regole per l’astensione anticipata dal lavoro

Gravidanza a rischio: le nuove regole per l’astensione anticipata dal lavoro

Lavorare e sopportare il peso di una gravidanza a rischio è davvero un grave problema per molte donne, costrette a stare casa dall’ufficio prima della fine del settimo mese. È […]

Diritti di maternità nei casi di adozione e disabilità del bambino

Diritti di maternità nei casi di adozione e disabilità del bambino

In diverse occasioni, Tuttomamma si è occupata dei diritti delle madri lavoratrici e di come esse possono esercitarli secondo la legislazione italiana. A questo proposito si sono esplorate le regole […]

Il congedo di maternità obbligatoria

Il congedo di maternità obbligatoria

Il congedo di maternità obbligatoria è il periodo durante il quale la futura mamma lavoratrice ha l’obbligo (ma anche e soprattutto il diritto) di astenersi dal lavoro. La tutela delle […]

E’ possibile fare il cesareo su richiesta?

E’ possibile fare il cesareo su richiesta?

Secondo alcuni dati statistici su scala internazionale, in una percentuale che oscilla tra il 6 e l’8% dei casi il parto cesareo avviene su richiesta esplicita della futura madre e […]

Gelmini: rientro immediato al lavoro dopo la maternità. Ma non tutte possono

Gelmini: rientro immediato al lavoro dopo la maternità. Ma non tutte possono

Come di certo saprete Maria Stella Gelmini è diventata da poco mamma di Emma Wanda ed ha rilasciato un’intervista al settimanale Io Donna; intervista che è stata ripresa dal corriere […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento