L’asma nei bambini ha origine genetica

di Mariposa 2

Tra allergie e intolleranze alimentari, sono in aumento i bambini che purtroppo soffrono d’asma.  Per i genitori la preoccupazione è molto elevata, perché gestire le crisi nel modo più corretto e tempestivo non è sempre facile. Ci sono però ottime notizie in campo scientifico.  È stato scoperto che l’origine dell’asma nei piccoli di casa può avere carattere genetico, tanto che alcuni ricercatori dell’Imperial College di Londra hanno individuati i cosiddetti geni dell’asma.  Per raggiungere questo risultato sono stati eseguiti 500 mila test  sui geni di 10 mila bambini e adulti con difficoltà respiratore e 16 mila sani.

È stato un lavoro davvero enorme, che apre le porte a nuove terapie. Per adesso, i ricercatori sostengono che non si possono utilizzare i geni per una diagnosi e non si può avere, attraverso i test, la sicurezza che il piccolo non si ammalerà mai. Questi geni, infatti, non appaiono nei soggetti che sviluppano la malattia da adulti, segno del fatto che le due forme hanno origini biologiche diverse. Infatti, l’asma dei bambini è strettamente legata ai geni, mentre quella degli adulti dipende da numerosi fattori come il fumo e lo smog.

Poi, è stato stabilito che nella maggior parte dei casi di influenza genetica, le allergie sono la conseguenza dell’asma e non la causa. Questa tesi ribalta totalmente l’approccio con cui si è affrontata la malattia negli ultimi anni.

Miriam Moffatt, genetista britannica e principale autrice dello studio, ha commentato:

Questo non significa che le allergie non siano importanti ma che le terapie, che si concentrano solo sulle allergie, non trattano efficacemente la malattia nel suo insieme. Si tratta, infatti, di un problema complesso in cui diverse parti del sistema immunitario sono attivate.